domenica 26 febbraio | 04:58
pubblicato il 10/apr/2014 10:01

Spending review: Nencini, resistenze su addio a Pra. Scioglieremo nodo

(ASCA) - Roma, 10 apr 2014 - ''Ci sono delle resistenze, delle quali sono al corrente, ho fiducia che alla fine il parlamento ci dara' il via libera''. Si esprime cosi', in un'intervista al quotidiano 'la Repubblica', il vice-ministro alle Infrastrutture, Riccardo Nencini (Psi), in merito al tentativo del governo di cancellare la sovrapposizione tra la Motorizzazione e il Pra (quindi l'Aci), che porterebbe 60 milioni di euro di risparmi. Nencini, confermando di puntare anche all'eleiminazione del certificato di proprieta' rilasciato dall'Aci, afferma che ''e' uno dei capisaldi di questa riforma'' e sui possibili esuberi all'Automobil club aggiunge: ''Se ci verra' detto che sono a rischio i posti di 2.500 persone, che corrisponde al numero di addetti che oggi si occupa del Pra, faremo in modo di assorbirli senza traumi. i costi ridotti delle iscrizioni a 25 euro serviranno in parte ad aquesta eventualita'''.

red-sgr/cam

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Errani lascia Pd: ora nuova avventura, ma ci ritroveremo
Sinistra
Lavoro, scuola, ambiente: abito classico per la sinistra ex Pd
Pd
Pd, Rosato: carte bollate? Emiliano si occupi di contenuti
Governo
Napolitano: equilibrio Gentiloni punto fermo da salvaguardare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech