venerdì 20 gennaio | 01:22
pubblicato il 10/set/2014 16:13

Spending review: linea soft di Renzi, ministri mandino il loro piano

(ASCA) - Roma, 10 set 2014 - Dopo l'accelerazione dell'altro ieri, Matteo Renzi sceglie per ora la linea soft sui tagli ai ministeri nell'ambito della spending review: niente colloqui individuali con i diversi ministri, almeno non oggi, e invece una richiesta - formulata al termine del Cdm - di inviare per iscritto nei prossimi giorni quali margini di risparmio i vari ministeri ritengono di poter avere. Solo quando saranno arrivate le indicazioni dei ministeri, si fara' una valutazione sull'entita' dei risparmi proposti, e si decidera' - spiegano fonti di governo - se sara' necessario passare ai colloqui individuali e magari fissare l'indicazione tassativa di un taglio del 3% in ogni dicastero. Indicazione - tengono a sottolineare le stesse fonti - che per ora non e' vincolante: "Aspettiamo di vedere cosa ci presenteranno i ministri". Rea

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
D'Alema: con Renzi non vinceremo mai, leader e premier nuovi
Terremoti
Terremoto, Salvini: il trombato Errani commissario è demenziale
Terremoti
Blog Grillo: col cuore in Abruzzo. E' il momento di essere uniti
Terremoti
Terremoto, Gentiloni presiede a Rieti vertice Protezione Civile
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale