venerdì 02 dicembre | 20:56
pubblicato il 10/set/2014 16:13

Spending review: linea soft di Renzi, ministri mandino il loro piano

(ASCA) - Roma, 10 set 2014 - Dopo l'accelerazione dell'altro ieri, Matteo Renzi sceglie per ora la linea soft sui tagli ai ministeri nell'ambito della spending review: niente colloqui individuali con i diversi ministri, almeno non oggi, e invece una richiesta - formulata al termine del Cdm - di inviare per iscritto nei prossimi giorni quali margini di risparmio i vari ministeri ritengono di poter avere. Solo quando saranno arrivate le indicazioni dei ministeri, si fara' una valutazione sull'entita' dei risparmi proposti, e si decidera' - spiegano fonti di governo - se sara' necessario passare ai colloqui individuali e magari fissare l'indicazione tassativa di un taglio del 3% in ogni dicastero. Indicazione - tengono a sottolineare le stesse fonti - che per ora non e' vincolante: "Aspettiamo di vedere cosa ci presenteranno i ministri". Rea

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Renzi: brogli voto estero? Film che ritorna da chi teme sconfitta
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Renzi: col Sì Italia più forte in Ue su crescita e immigrazione
Riforme
Renzi: risultato aperto, in 48 ore ci giochiamo i prossimi 20 anni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari