domenica 04 dicembre | 07:41
pubblicato il 21/mar/2014 11:28

Spending review: Legnini, paghi chi guadagna di piu'

(ASCA) - Roma, 21 mar 2014 - ''La revisione della spesa deve orientarsi innanzitutto verso le spese improduttive e superflue, e poi verso chi ha piu' possibilita' di dare.

Sarebbe un controsenso far pagare le famiglie che la manovra intende invece sostenere''. Lo afferma il Sottosegretario all'Economia, Giovanni Legnini, in un'intervista a L'Unita'.

''La riduzione della spesa di per se' e' recessiva - ha aggiunto Legnini - . Ma se le risorse vengono destinate ai redditi delle famiglie, specie a quelli piu' bassi, abbiamo la certezza che i consumi aumenteranno, con effetti benefici sul Pil. Il tema importante e' selezionare bene sia gli interventi di riduzione della spesa che il finanziamento delle misure espansive''.

Sulla richiesta in sede europea dell'esclusione dei fondi strutturali dai vincoli del Patto, il sottosegretario afferma: ''In questo caso si tratta di modificare le regole, oggi si e' fatto il primo passo, ma il percorso si espletera' durante l'anno, e sara' al centro dell'iniziativa italiana durante il semestre di presidenza''.

red-sgr/cam/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Riforme
Referendum, sfida decisiva per la madrina delle riforme Boschi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari