mercoledì 07 dicembre | 15:37
pubblicato il 30/apr/2012 18:18

Spending review/ Direttiva Monti:Per maggio piano tagli ministri

Stop spese rappresentanza e consulenze, meno dirigenti e affitti

Spending review/ Direttiva Monti:Per maggio piano tagli ministri

Roma, 30 apr. (askanews) - Entro il 31 maggio ogni ministro dovrà proporre il suo piano di risparmi: lo prevede la direttiva del presidente del Consiglio Mario Monti sulla spending review, all'esame del Consiglio dei Ministri. I criteri alla base del documento che in questo momento viene esaminato dal Cdm, partono dal "riconoscimento dell'attività di revisione di spesa come prioritaria". Di conseguenza, verrà costituito un "Comitato dei ministri per la revisione della spesa, composto dai Ministri per il programma, dal ministro per la PA, dal viceministro dell'Economia e dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio", e parallelamente una "Struttura di missione presso il Ministro per l'esecuzione del programma". Il primo criterio operativo riguarda la "Revisione dei programmi di spesa". Il secondo il "Ridimensionamento delle strutture dirigenziali". Poi la "Concentrazione dei servizi, attraverso razionalizzazione e distribuzione personale" e la "Revisione dei procedimenti di acquisto mediante centralizzazione degli acquisti", con la conseguente "Individuazione dei responsabili della spesa". Gli altri punti fondamentali sono il "Compattamento di uffici e amministrazioni"; la "Estensione dei vincoli in materia di consulenza alle società 'in house'"; la "Riduzione delle locazioni ad effettiva esigenza"; la "Eliminazione delle spese di rappresentanza, salvo rapporti con autorità estere"; la "Impugnazione da parte delle PA delle sentenze di primo grado che riconoscano progressioni economiche per dipendenti pubblici". Affianco alla direttiva del premier, verrà varato un altro provvedimento: ancora non si è deciso se un ddl e o un dl, con il quale il presidente del Consiglio dei Ministri nomina un Commissario straordinario "per definire il livello di spesa per l'acquisto di beni e servizi, che coordina l'attività di acquisizione di beni e servizi". Il commissario "presenta un cronoprogramma, chiede informazioni alle PA, dispone ispezioni ad opera della Ragioneria, segnala al Cdm le attività suscettibili di soppressione". E' previsto inoltre il "rispetto dei parametri Consip per gli acquisti".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi e Pd pronti a governo istituzionale: ma con numeri larghi
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Governo
Mattarella frena corsa al voto,prima sistema elettorale uniforme
Governo
Renzi: governo istituzionale ma largo, sennò non temo voto
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Veronafiere, Puglia in rosè al Wine2Wine
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni