martedì 21 febbraio | 18:01
pubblicato il 30/apr/2012 18:18

Spending review/ Direttiva Monti:Per maggio piano tagli ministri

Stop spese rappresentanza e consulenze, meno dirigenti e affitti

Spending review/ Direttiva Monti:Per maggio piano tagli ministri

Roma, 30 apr. (askanews) - Entro il 31 maggio ogni ministro dovrà proporre il suo piano di risparmi: lo prevede la direttiva del presidente del Consiglio Mario Monti sulla spending review, all'esame del Consiglio dei Ministri. I criteri alla base del documento che in questo momento viene esaminato dal Cdm, partono dal "riconoscimento dell'attività di revisione di spesa come prioritaria". Di conseguenza, verrà costituito un "Comitato dei ministri per la revisione della spesa, composto dai Ministri per il programma, dal ministro per la PA, dal viceministro dell'Economia e dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio", e parallelamente una "Struttura di missione presso il Ministro per l'esecuzione del programma". Il primo criterio operativo riguarda la "Revisione dei programmi di spesa". Il secondo il "Ridimensionamento delle strutture dirigenziali". Poi la "Concentrazione dei servizi, attraverso razionalizzazione e distribuzione personale" e la "Revisione dei procedimenti di acquisto mediante centralizzazione degli acquisti", con la conseguente "Individuazione dei responsabili della spesa". Gli altri punti fondamentali sono il "Compattamento di uffici e amministrazioni"; la "Estensione dei vincoli in materia di consulenza alle società 'in house'"; la "Riduzione delle locazioni ad effettiva esigenza"; la "Eliminazione delle spese di rappresentanza, salvo rapporti con autorità estere"; la "Impugnazione da parte delle PA delle sentenze di primo grado che riconoscano progressioni economiche per dipendenti pubblici". Affianco alla direttiva del premier, verrà varato un altro provvedimento: ancora non si è deciso se un ddl e o un dl, con il quale il presidente del Consiglio dei Ministri nomina un Commissario straordinario "per definire il livello di spesa per l'acquisto di beni e servizi, che coordina l'attività di acquisizione di beni e servizi". Il commissario "presenta un cronoprogramma, chiede informazioni alle PA, dispone ispezioni ad opera della Ragioneria, segnala al Cdm le attività suscettibili di soppressione". E' previsto inoltre il "rispetto dei parametri Consip per gli acquisti".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Ultime ore per arginare la scissione nel Pd, occhi su Emiliano
Pd
Rossi: io già fuori dal Pd, spero Emiliano sia conseguente
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Pd
Speranza: domani non andrò alla direzione, ieri rottura nel Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ictus, movimento e linguaggio tra le funzioni più colpite
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Olio extravergine, a Sol d'Oro Emisfero Nord Italia batte Spagna 12 a 3
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia