sabato 21 gennaio | 23:15
pubblicato il 13/feb/2014 16:59

Sociale: al via percorso coordinamento assessori grandi citta'

(ASCA) - Roma, 13 feb 2014 - Oggi muove i primi passi, all'interno dell'Associazione nazionale dei Comuni italiani, il primo Coordinamento degli assessori alle Politiche Sociali delle Grandi Citta'. Lo comunicano, a termine di un incontro avvenuto questa mattina presso l'Anci, gli assessori di Roma, Rita Cutini, di Torino, Elide Tisi, di Genova, Emanuela Fracassi, di Palermo, Agnese Ciulla, di Milano, Pierfrancesco Majorino, di Venezia, Sandro Simionato, di Bari, Ludovico Abbaticchio, di Napoli, Roberta Gaeta e il sindaco di Vicenza (delegato dell'Anci alle Politiche del Welfare), Achille Variati. ''''Vogliamo e dobbiamo unire le nostre forze - dichiarano gli amministratori - affinche' le tematiche sociali vengano messe al centro dell'agenda nazionale. Non e' ipotizzabile una politica economica che non abbia al centro la lotta alla poverta' assoluta, e' un dovere etico-istituzionale ma e' anche un fattore strategico. Non c'e' crescita senza contrasto alla poverta'. Come amministratori - aggiungono - siamo coloro che toccano con mano le fragilita' esistenti sul territorio e riteniamo urgente fare qualcosa subito.

Le citta' soffrono: minori, famiglie, disoccupati, anziani, senza fissa dimora, disabili non possono essere lasciati soli. E' a loro che dobbiamo rivolgere i nostri sforzi con azioni incisive di assistenza e di inclusione sociale, cosi' come di sostegno al reddito, ma anche con politiche di integrazione socio-sanitaria.

Per questo motivo - concludono - da oggi abbiamo intenzione di procedere su questi, che sono tasselli fondamentali, con politiche coordinate sui territori e intendiamo farci promotori di azioni propulsive e propositive nei confronti del Governo per far valere e garantire il diritto al lavoro, alla salute, alla casa'''.

Questa e' la prima delle riunione del Coordinamento, cui ne seguiranno altre. Inoltre, verranno avviati Tavoli tecnici, a cui partecipera' un delegato per Assessorato, per individuare volta per volta priorita' e conseguenti azioni congiunte e coordinate. ''''Questo lavoro - commenta Achille Variati- sara' utile per tutti i Comuni italiani, perche' anche i piu' piccoli soffrono queste criticita'. Le grandi citta', dunque, dove le problematicita' esplodono in modo esponenziale, possono e saranno guida per trovare le soluzioni adeguate'''.

res/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4