sabato 25 febbraio | 10:38
pubblicato il 10/lug/2013 19:16

Slovenia: Bratusek a Serracchiani, Italia convochi tavolo minoranza

(ASCA) - Lubiana, 10 lug - ''I progetti in occasione del centenario della Grande Guerra e l'Expo 2015 rappresentano due grandi opportunita' di collaborazione tra Italia e Slovenia''.

Lo ha affermato la presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, nel corso dell'incontro con il premier sloveno, Alenka Bratusek, svoltosi oggi a Lubiana.

L'Italia, ha messo in evidenza il capo del governo sloveno, e' un partner importante (''e cio' vale soprattutto per il Friuli Venezia Giulia'') della Slovenia e la collaborazione tra i due Paesi ''e' ottima, ma risultati migliori si potrebbero conseguire nel settore economico''.

La cooperazione bilaterale puo' contare sul significativo contributo delle reciproche minoranze. ''Le condizioni della comunita' slovena nel Friuli Venezia Giulia sono migliorate - ha spiegato Bratusek - e ci auguriamo che venga prossimamente convocato il tavolo di lavoro sulla minoranza slovena istituito presso il ministero italiano agli Interni''.

''L'esperienza della minoranza slovena in Italia e di quella italiana in Slovenia e' preziosa e puo' rafforzare la cooperazione tra i due Paesi'', ha spiegato Serracchiani, che ha definito la prossima visita del ministro per gli Sloveni all'estero e oltre confine, Tina Komel, in Friuli Venezia Giulia ''come ulteriore approfondimento della collaborazione''.

All'incontro, che si e' svolto in un clima amichevole e di reciproca fiducia, la presidente della Regione ha ricordato il sostegno del presidente italiano Giorgio Napolitano e del capo del Governo, Enrico Letta, alle nuove opportunita' di cooperazione tra il Friuli Venezia Giulia e la repubblica contermine.

''Molti importanti progetti transfrontalieri sono in essere - ha spiegato Serracchiani - ma bisogna recuperare il tempo perduto nel recente passato per cogliere tutte le opportunita' di crescita, non perdere le risorse europee ed essere preparati per il nuovo periodo di programmazione comunitaria''.

Il capo dell'Esecutivo sloveno ha dimostrato molto interesse per la collaborazione tra i porti di Trieste e Capodistria.

Di cio' si parlera' all'incontro trilaterale che si terra' a meta' settembre a Venezia.

fdm/sam/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Governo
Guerini: assurdo legare data primarie Pd a elezioni politiche
Campidoglio
Grillo: forza Virginia, giornalisti rispettino privacy Raggi
Pd
Pd, commissione unanime: primarie 30 aprile. Renziani: via alibi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech