venerdì 24 febbraio | 05:22
pubblicato il 11/set/2013 12:39

Siria: Tabacci, no a nuovo Iraq. E' finanza Usa a volere guerra

Siria: Tabacci, no a nuovo Iraq. E' finanza Usa a volere guerra

(ASCA) - Roma, 11 set - ''Il governo italiano sta facendo i passi giusti per contribuire a trovare una soluzione politica alla crisi siriana. L'uso di armi chimiche non puo' essere tollerato e i responsabili dovranno essere giudicati dal Tribunale penale internazionale''. Lo ha dichiarato alla Camera il leader del Centro Democratico, Bruno Tabacci, nel corso del dibattito sulla crisi siriana alla presenza del presidente del Consiglio Enrico Letta.

''Proprio oggi che e' l'11 settembre - ha aggiunto - ritengo doveroso dire agli amici degli Usa che non si puo' ripetere lo schema della guerra ogni volta che si verifica una crisi internazionale, come e' gia' avvenuto con l'Iraq, per sospingere la loro economia reale interna messa in crisi da un eccesso di ricorso alla finanza. Scatenare una guerra per far salire il prezzo del petrolio a 150 dollari, rafforzare il dollaro e inseguire le attese di Wall Street, provocando tra l'altro l'esodo di milioni di profughi - ha concluso Tabacci - non puo' piu' essere una soluzione''.

com-brm/lus/rl

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto: nuova forza di sinistra con ex Pd, con noi 17 ex Si
Pd
Renzi: in California cerco idee anti-populisti
Aborto
Aborto, senatori Pd: ora legge per concorsi medici non obiettori
Ue
Mattarella:Ue ha valore irreversibile, da crisi uscirà più forte
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech