martedì 17 gennaio | 10:59
pubblicato il 16/apr/2012 16:25

Siria/ Monti: Disponibili a invio osservatori, poi vedremo

"Sostegno a Onu e Lega Araba, nostro orientamento è pragmatico"

Siria/ Monti: Disponibili a invio osservatori, poi vedremo

Roma, 16 apr. (askanews) - "Siamo pragmaticamente orientati a vedere cosa succederà in questa fase, prima di ricondurla alla successiva": il presidente del Consiglio Mario Monti ha risposto così, in conferenza stampa con l'emiro del Qatar a villa Pamphilj, all'ipotesi che l'Italia prenda parte in futuro a una missione militare internazionale in Siria, qualora venisse decisa dall'Onu. "L'Italia è a sostegno della posizione espressa dal Consiglio di Sicurezza e dalla Lega Araba e che si concretizza per ora nell'invio di osservatori" ha spiegato Monti. "L'Italia - ha aggiunto - ha già segnalato la propria disponibilità a inviare dei propri osservatori nell'ambito di questo gruppo, e ci muoviamo in questo in stretto coordinamento anche con il Qatar con il quale abbiamo sempre avuto identità di vedute sul tema della crisi siriana".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Conti pubblici
Ue sollecita manovra correttiva. Gentiloni vede Padoan
Centrodestra
Salvini sfida Berlusconi su leadership. Cav: io ancora decisivo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Tempesta di neve in Tunisia: migliaia di auto intrappolate