lunedì 05 dicembre | 13:49
pubblicato il 05/giu/2013 16:51

Siria: Marazziti(Sc), bene governo, no armi italiane a parti in lotta

Siria: Marazziti(Sc), bene governo, no armi italiane a parti in lotta

+++Serve soluzione politica per transizione democratica+++.

(ASCA) - Roma, 5 giu - ''Accolgo con soddisfazione le parole del sottosegretario Mario Giro: 'I ministri della Difesa e degli Esteri sono contrari a qualunque fornitura italiana di armamenti alle parti in lotta in Siria'. Avevo chiesto in proposito al governo un impegno preciso affinche' l'Italia non li fornisse dopo la sospensione dell'embargo decisa dall'Ue a fine maggio''. Lo afferma in una nota il capogrupppo di Scelta Civica in commissione Esteri della Camera, Mario Marazziti, che in proposito aveva presentato una interrogazione in commissione Esteri.

''Condividiamo inoltre la necessita' di giungere quanto prima ad una soluzione politica -aggiunge Marazziti- che consenta la cessazione del conflitto e l'inizio della transizione democratica, rendendo meno vincolanti le precondizioni che finora hanno bloccato il negoziato''. min

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, Grillo: addio Renzi, ha vinto la democrazia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari