venerdì 09 dicembre | 20:29
pubblicato il 03/set/2013 12:00

Siria/ Lettera Cei a Vescovi d'Italia: Sabato tutti a digiuno

Preghiere e iniziative per la pace in tutte le diocesi

Siria/ Lettera Cei a Vescovi d'Italia: Sabato tutti a digiuno

Città del Vaticano, 3 set. (askanews) - Una lettera indirizzata a tutti i vescovi italiani per rilanciare l'appello del Papa in occasione della giornata di digiuno e preghiera per la pace in Siria, in Medio Oriente e nel mondo intero, indetta per il 7 settembre. L'ha inviata il vescovo Mariano Crociata, segretario generale della Conferenza episcopale italiana (Cei), ricordando che con questa iniziativa s'intende "invocare da Dio" il "grande dono" della pace "per l'amata nazione siriana e per tutte le situazioni di conflitto e di violenza nel mondo". Nella lettera, "raccogliendo l'appello accorato del Papa e, in particolare, la richiesta che tutte le Chiese particolari organizzino qualche atto liturgico secondo questa intenzione", vengono allegati alcuni "suggerimenti e proposte" per la giornata. Tra le proposte: "una veglia di preghiera strutturata come Liturgia della Parola"; la "celebrazione dei primi vespri con la possibilità di sostituire la lettura breve con altra lettura biblica (non evangelica) attinta dal lezionario". Soprattutto nei santuari mariani viene suggerita "la preghiera del santo rosario; in mattinata è possibile celebrare una santa messa utilizzando il formulario Maria Vergine Regina della Pace". Inoltre, secondo l'ufficio liturgico della Cei, "sarà possibile proporre un'adorazione eucaristica prolungata". Inoltre, nelle messe festive di domenica 8 settembre, l'ufficio liturgico propone d'"inserire una particolare intenzione nella preghiera universale o dei fedeli". E per presentare il valore del digiuno si può ricorrere alla nota pastorale della Cei su "Il senso cristiano del digiuno e dell'astinenza" del 4 ottobre 1994. Un particolare coinvolgimento, ovviamente, è previsto da parte della diocesi di Roma. Il cardinale vicario Agostino Vallini ieri ha diffuso un invito alla veglia di preghiera per la Siria. In una lettera indirizzata ai parroci, ai sacerdoti e ai fedeli della diocesi, il porporato ricorda come "tutti siamo rimasti profondamente colpiti e addolorati per le tragiche notizie, giunte in particolare in questi ultimi giorni, di numerosi morti, spesso bambini e persone innocenti. Allo stesso tempo la possibilità di un intervento armato genera nel cuore di ciascuno un profondo turbamento e non poca preoccupazione". Di qui l'invito a unirsi alla preghiera del Papa nel corso della veglia che avrà luogo in piazza San Pietro, dalle ore 19 alle ore 24 di sabato 7. E ricordando come nello stesso giorno, alle 17.30, nella cattedrale del Laterano avrà luogo la consacrazione episcopale di monsignor Paolo Selvadagi, suggerisce che al termine della celebrazione i partecipanti si rechino in Vaticano.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Tosi al Colle: incarico a una figura dal profilo internazionale
Governo
Orlando: governo per andare al voto, ma Pd non lo fa da solo
Governo
Renzi verso ok a governo Gentiloni, ma su data voto è rebus
Governo
Emiliano: Renzi si dimetta anche da segretario del Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Usa, Pecoraro Scanio: nomina Pruitt a Epa pericolo per l'Ambiente
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina