domenica 22 gennaio | 10:02
pubblicato il 13/set/2013 12:00

Siria/ Boldrini: Finora troppo poco contro i massacri di Assad

Messa in sicurezza arsenali chimici non è detto chiuda conflitto

Siria/ Boldrini: Finora troppo poco contro i massacri di Assad

Roma, 13 set. (askanews) - "Di fronte all'utilizzo di armi chimiche, la comunità internazionale ha dovuto reagire Tuttavia, i massacri non hanno avuto inizio il 21 agosto scorso. Dal 2011 ad oggi, sono state uccise più di 100mila persone in Siria e 6,5 milioni sono in fuga all'interno del Paese o negli Stati confinanti. Fino ad ora è stato fatto troppo poco. E, anche qualora si giungesse a mettere in sicurezza gli arsenali chimici del regime siriano, ciò non implicherebbe di per sé la fine del conflitto". Lo ha affermato la presidente della Camera Laura Boldrini, nel corso dell'incontro a Montecitorio con il presidente dell'Assemblea nazionale francese Claude Bartolone, a proposito della crisi in Siria.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4