martedì 28 febbraio | 11:17
pubblicato il 10/ott/2012 05:10

Sinodo/ Vescovi discutono evangelizzazione e fanno autocritica

Fisichella:Burocrazia. Villegas:Arroganza. Dolan:Più confessione

Sinodo/ Vescovi discutono evangelizzazione e fanno autocritica

Città del Vaticano, 10 ott. (askanews) - Prevalgono accenti auto-critici da parte dei vescovi riuniti in Vaticano per un sinodo sulla "nuova evangelizzazione" iniziato domenica scorsa e che si concluderà domenica 28 ottobre, nell'avvio delle discussioni delle prime 'congregazioni generali'. Monsignor Rino Fisichella, presidente del pontificio consiglio per la Nuova evangelizzazione, ha criticato, nel suo intervento di lunedì sera, la "burocratizzazione" eccessiva della Chiesa. "Ci siamo rinchiusi in noi stessi - ha detto - mostriamo un'autosufficienza che impedisce di accostarci come una comunità viva e feconda che genera vocazioni, tanto abbiamo burocratizzato la vita di fede e sacramentale". Ancora più duro l'arcivescovo di Lingayen-Dagupan nelle Filippine: "Perché in alcune parti del mondo ci sono una forte ondata di secolarizzazione, una tempesta di antipatia o pura e semplice indifferenza verso la Chiesa che richiedono nuovi programmi di evangelizzazione?", si è chiesto monsignor Socrates B. Villegas. "La nuova evangelizzazione richiede nuova umiltà. Il Vangelo non può prosperare nell'orgoglio". E l'evangelizzazione "è stata ferita e continua ad essere ostacolata dall'arroganza dei suoi agenti. La gerarchia deve evitare l'arroganza, l'ipocrisia e il settarismo. Dobbiamo punire quanti tra noi sbagliano, invece di nascondere gli errori". Il cardinale Timothy Michael Dolan, arcivescovo di New York e presidente della Conferenza episcopale degli Stati Uniti, ha rilanciato, da parte sua, l'importanza della confessione. "La risposta alla domanda 'cosa c'è di sbagliato nel mondo?' non è la politica, l'economia, il secolarismo, l'inquinamento, il riscaldamento globale... no. Come scrisse Chesterton 'La risposta alla domanda 'cosa c'è di sbagliato nel mondo?' sono due parole: sono io'". L'arcivescovo tedesco Gerhard Ludwig Mueller, prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, ha sottolineato che "la nuova evangelizzazione richiede di superare certi dibattiti intra-ecclesiali in cui, da tanti anni, si ripropongono sempre gli stessi temi, e di riproporre invece la fede cristiana nella sua pienezza e perenne novità".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrodestra
Zaia a Berlusconi: io candidato premier? E' una manfrina
Centrodestra
Salvini gela Berlusconi: no a Zaia leader e a doppia moneta
Calcio
Renzi: Ranieri tradito dai suoi giocatori, ma tornerà...
Pd
Pd, D'Alema: attacchi Renzi? Non vorrei alimentare ossessioni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
SpaceX invierà due turisti spaziali attorno alla Luna a fine 2018
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech