domenica 22 gennaio | 07:30
pubblicato il 13/apr/2013 15:03

Sinistra: Vendola, lealta' a Bersani su governo e pronti a nuovo partito

Sinistra: Vendola, lealta' a Bersani su governo e pronti a nuovo partito

(ASCA) - Roma, 13 apr - Assemblea nazionale di Sel, quella di oggi a Roma, che e' servita a Nichi Vendola per ribadire la lealta' a Pier Luigi Bersani nel tentativo di formare un governo. Ma per segnalare, allo stesso tempo, che gli occhi sono gia' puntati verso il tentativo di Fabrizio Barca di rifondare il Pd in un soggetto piu' vasto e unico della sinistra, che si candida a governare con le forze di centrosinistra. ''Il prossimo Capo dello Stato dovra' conferire l'incarico di governo a Bersani che si presentera' in Parlamento con un programma di cambiamento. Spettera' cosi' a ogni singolo parlamentare assumersi le proprie responsabilita''', ha detto Vendola nella sua relazione. Assonanza con il segretario del Pd pure sul tema del Quirinale: ''Io penso che abbiamo il diritto e il dovere di avanzare un nome che sia, come sono stati quelli di Boldrini e Grasso, un messaggio forte al Paese e non alle oligarchie''.

Sul governo: ''Penso che non vada fatto nessun inciucio perche' l'inciucio lo vogliono Berlusconi e Grillo''.

Il leader di Sel, senza mai accennare all'altra ipotesi in campo di Matteo Renzi, fa le lodi del tentativo di Barca di aprire una discussione di fondo nel centrosinistra: ''Per noi e' un interlocutore prezioso. Al Pd, a cui ha deciso di iscriversi, propone uno stimolo forte. Noi accogliamo l'invito a discutere e a provare a costruire il partito del futuro come comunita', dopo tanti anni in cui ha prevalso l'individualismo''. Vendola vuole partecipare con il suo partito a un progetto che definisce ambizioso: ''C'e' la necessita' di costruire la casa dei progressisti, lo strumento che puo' consentire a una nuova generazone di fare politica. Pensiamo al partito della sinistra del futuro.

Discutiamone, e' necessario farlo in Italia e in Europa.

perche' la crisi della sinistra e quella dell'Europa sono quasi lo stesso problema''. Il governatore della Puglia spiega pero' che lui non accettera' mai ''annessioni o fusioni a freddo, e non auspico - sia chiaro - scissioni nel Pd''. Il problema, aggiunge, e' che ''tutti devono mettersi in discussione a iniziare da Sel, dal momento che il nostro problema non e' passare al 3 al 6%''. In questa marcia di avvicinamento all'idea di Barca che occorre rimescolare Pd e Sel, fa parte anche l'annuncio della lettera da inviare al Pse (Partito del socialismo europeo) in cui si chiede di aderire a questa formazione, preludio di un prossima analoga richiesta all'Internazionale socialista.

gar/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4