giovedì 08 dicembre | 03:44
pubblicato il 09/apr/2013 13:51

Sicurezza: Cancellieri ad Algeri per conferenza ministri mediterraneo

Sicurezza: Cancellieri ad Algeri per conferenza ministri mediterraneo

(ASCA) - Roma, 9 apr - E' iniziata questa mattina ad Algeri, con la presenza del ministro dell'Interno, Annamaria Cancellieri, la quindicesima edizione della Conferenza dei ministri dell'Interno dei Paesi del Mediterraneo Occidentale (Cimo). Lo comunica una nota del Viminale.

Alla Conferenza prendono parte i ministri dell'Interno dei 10 Paesi delle due sponde del Mediterraneo: Spagna, Portogallo, Francia, Italia, Malta, Marocco, Tunisia, Libia, Algeria e Mauritania.

Nel suo intervento di apertura in qualita' di presidente uscente, il ministro Cancellieri ha sottolineato ''l'importanza della Conferenza Cimo per promuovere il dialogo politico regionale tra i massimi responsabili istituzionali delle politiche di sicurezza quale unico Foro riservato ai ministri dell'Interno aperto a tutti i grandi ambiti di loro competenza''.

''Questa quindicesima edizione della Conferenza Cimo - ha proseguito Cancellieri - si apre in un momento di grande delicatezza politica per tutta l'area del Mediterraneo, non solo per la crisi economica che ci coinvolge tutti, ma anche per il difficile e non ancora concluso processo di transizione politico-costituzionale che interessa diversi Paesi della regione e che non manchera' di avere riflessi significativi sul quadro geo-politico regionale e globale''.

''Se questo processo di transizione potra' portare a sbocchi costruttivi e sostenibili - ha sottolineato il ministro - dipendera' da quanto noi sapremo ma soprattutto vorremo cogliere l'irripetibile occasione storica che ci si presenta per lavorare insieme alla stabilita', allo sviluppo e al radicamento dello Stato di diritto e della democrazia nel Mediterraneo occidentale.Da qui, oggi, noi possiamo cominciare a ricreare le condizioni per un nuovo tipo di rapporto tra i Paesi delle due sponde del mediterraneo fondato sulla condivisione di valori culturali, sociali, economici, nel rispetto delle identita' nazionali e delle minoranze etniche e religiose''.

''Possiamo lavorare per costruire uno spazio comune euro-mediterraneo orientando e rilanciando le politiche e le strategie dell'Unione europea verso i Paesi della sponda sud.

Per questo obiettivo - ha aggiunto il ministro Cancellieri - credo che la Cimo abbia in se' tutte le caratteristiche per diventare uno straordinario fattore di propulsione per la coesione tra i Paesi che si affacciano sugli spazi mediterranei''.

''Il ponte ideale e naturale attraverso il quale costruire un rinnovato dialogo in cui tutte le voci abbiano pari forza e dignita'. A ben vedere - ha concluso - aveva ragione il grande storico francese, Fernand Braudel, quando avvertiva che il Mediterraneo e' e sara' sempre cio' che ne fanno i popoli che lo abitano''.

com/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fi
Fi, Berlusconi ricoverato. Zangrillo: stress, a breve dimesso
Pd
Pd, Orfini: ok sostegno militanti ma sia senza rabbia
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni