domenica 04 dicembre | 12:00
pubblicato il 30/mag/2012 17:56

Sicilia/ Pd toglie appoggio a Lombardo dopo Assessori Fli e Api

Cracolici: Chiusa la fase tecnica, ora pensiamo alle regionali

Sicilia/ Pd toglie appoggio a Lombardo dopo Assessori Fli e Api

Palermo, 30 mag. (askanews) - Pochi giorni dopo il rimpasto della giunta tecnica, con l'inserimento in squadra dei due nuovi assessori politici Alessandro Aricò di Futuro e Libertà e di Giuseppe Spampinato dell'Api, il governo regionale siciliano perde l'appoggio del Partito democratico, che di quello "spirito tecnico"aveva fatto la condizione per il proprio supporto a Raffaele Lombardo. Questo pomeriggio il capogruppo all'Arse dei democratici Antonello Cracolici, ha definito "chiusa" la fase tecnica, confermando quindi la presa di distanza del partito dalla virata politica del governatore siciliano. Cracolici, che ha sottolineato la necessità di convocare al più presto la direzione regionale, ha spiegato che adesso il "partito lavorerà alle alleanze tra progressisti e moderati" in vista delle elezioni regionali siciliane previste per il prossimo ottobre.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari