giovedì 23 febbraio | 02:33
pubblicato il 07/lug/2014 17:06

Sicilia: Marinello su crollo ponte, Anas si assuma sue responsabilita'

(ASCA) - Roma, 7 lug 2014 - ''Il crollo del viadotto della strada statale 626, e' solo l'ultimo episodio della disastrosa situazione della viabilita' in Sicilia e in particolare in provincia di Agrigento. Oggi ne hanno fatto le spese 4 persone rimaste ferite, ma gia' nel 2013, per puro miracolo, e' stata evitata una tragedia sul Ponte del fiume Verdura sulla statale 115 dove si registrano tra l'altro continue interruzioni''. Lo dichiara il presidente della commissione Ambiente del Senato Giuseppe Marinello.

''A tutt'oggi, non si conoscono nemmeno le esatte condizioni del viadotto sul fiume Belice, sulla direttrice Menfi-Castelvetrano dove il rischio di nuovi disastri e' altissimo. L'Anas attende nuove tragedie per intervenire? Si assuma le sue responsabilita' e rimuova chi e' colpevole di inefficienze nei controlli e nella gestione delle strade, altrimenti chiederemo l'intervento del ministro delle Infrastrutture sui vertici Anas'' conclude Marinello.

com-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Campidoglio
Grillo: entro due giorni Raggi risolve questione di stadio Roma
Centrosinistra
Entro sabato gruppi ex Pd, pressing per convincere parlamentari
Roma
Grillo: Roma una bomba atomica, che pretendete da M5s?
Governo
Renzi: governo fa cose importanti ma se ne parla poco
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Nasa: scoperti sette esopianeti simili alla Terra
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech