domenica 11 dicembre | 13:13
pubblicato il 07/lug/2014 17:06

Sicilia: Marinello su crollo ponte, Anas si assuma sue responsabilita'

(ASCA) - Roma, 7 lug 2014 - ''Il crollo del viadotto della strada statale 626, e' solo l'ultimo episodio della disastrosa situazione della viabilita' in Sicilia e in particolare in provincia di Agrigento. Oggi ne hanno fatto le spese 4 persone rimaste ferite, ma gia' nel 2013, per puro miracolo, e' stata evitata una tragedia sul Ponte del fiume Verdura sulla statale 115 dove si registrano tra l'altro continue interruzioni''. Lo dichiara il presidente della commissione Ambiente del Senato Giuseppe Marinello.

''A tutt'oggi, non si conoscono nemmeno le esatte condizioni del viadotto sul fiume Belice, sulla direttrice Menfi-Castelvetrano dove il rischio di nuovi disastri e' altissimo. L'Anas attende nuove tragedie per intervenire? Si assuma le sue responsabilita' e rimuova chi e' colpevole di inefficienze nei controlli e nella gestione delle strade, altrimenti chiederemo l'intervento del ministro delle Infrastrutture sui vertici Anas'' conclude Marinello.

com-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi al Pd esclude restare,Gentiloni tiene ma partita non chiusa
Governo
## Renzi si ritira, "Doloroso, ma necessario"
Governo
Al via totoministri, possibili conferma Boschi e arrivo Fassino
Governo
Di Maio:no M5s altri governi,Renzi dovrebbe sparire da politica
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina