domenica 22 gennaio | 17:11
pubblicato il 18/lug/2012 19:58

Sicilia/ Lombardo si sfoga: Chiarirò a Monti menzogne su conti

Su di noi tanti equivoci. La nostra isola non è a rischio default

Sicilia/ Lombardo si sfoga: Chiarirò a Monti menzogne su conti

Palermo, 18 lug. (askanews) - Il giorno dopo aver ricevuto la nota con cui il presidente del Consiglio Mario Monti gli chiede maggiori notizie riguardo la sua decisione di rassegnare le dimissioni da presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo incontra i giornalisti in una concitata conferenza stampa, in cui ribatte punto per punto le accuse mosse alla sua gestione della cosa pubblica isolana, secondo molti osservatori a rischio default. "Avrò modo di chiarire al presidente Monti - ha detto Lombardo - la massa di equivoci e menzogne che si sono lette in questi giorni. La Regione Siciliana non è a rischio default. Tutto il resto sono chiacchiere per nulla disinteressate. Il bilancio è certificato dalla Corte dei conti, e i nostri conti sono qualificati 'baa2', come il comune di Milano e di Venezia. Dietro di noi ci sono il Lazio, la Campania e il Molise". Il governatore siciliano annuncia la volontà di "riferire in Consiglio dei ministri, per spiegare cosa abbiamo fatto in questi quattro anni in termini di riforme, rigore e contrasto di interessi illeciti. E' una facoltà che rientra nelle prerogative del presidente della Regione - ha detto Lombardo - e di cui intendo avvalermi". Poi Lombardo concentra la sua attenzione sulle parole del vicepresidente di Confindustria Ivan Lo Bello: " Taluni imprenditori dovrebbero fare davvero il bene della Sicilia. Lo Bello l'ho incontrato alcune volte nel caso di inaugurazione di impianti fotovoltaici, investimenti che si è visto essere nelle mani dei mafiosi. Perchè non fanno le cose positive invece di dire certe cose?". Quindi il governatore siciliano ha riservato una stoccata anche all'Udc di Casini: "L'Udc vuole rimettere le mani sulla Sicilia. Sono pronto a confrontarmi con Casini, anche sui sette anni precedenti ai miei in Sicilia, a Bologna come a Palermo".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: Gentiloni pronto a riferire in Parlamento
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4