domenica 11 dicembre | 11:40
pubblicato il 30/ott/2013 12:00

Sicilia, l'Ars dice no alla sfiducia al presidente Crocetta

Il governatore ai grillini: Siete politicanti come gli altri

Sicilia, l'Ars dice no alla sfiducia al presidente Crocetta

Palermo, 30 ott. (askanews) - Si è conclusa soltanto a tarda sera la lunga maratona dell'Assemblea Regionale Siciliana, che come ordine del giorno aveva la discussione sulla mozione di sfiducia al presidente della Regione Rosario Crocetta. Il governatore siciliano "resiste" al timone dell'isola grazie al sostegno di 46 deputati, a fronte dei 31 che hanno votato per la sfiducia. Tredici, invece, i parlamentari regionali assenti. Nel corso dell'intera giornata, Sala d'Ercole è stata animata dagli interventi d'accusa e di difesa nei confronti dell'operato di Crocetta. Tra le critiche più aspre sono state quelle di Giancarlo Cancelleri, capogruppo dei 5 stelle promotori della mozione, che ha rimproverato il governatore di aver disatteso le tante promesse fatte in questo primo anno a Palazzo d'Orleans; e di Nello Musumeci, che ha definito il governo siciliano "immobile" e incapace di decidere". Tra quanti invece hanno preso le parti del presidente, sono stati il deputato dell'Udc Turano, per il quale "presentare una mozione significa volere ledere le prerogative di un parlamento che ha cinque anni per portare a termine la propria azione"; e soprattutto Giuseppe Lupo, segretario regionale del Pd, che nonostante il venir meno dell'appoggio dei democratici al governo, ha garantito il voto contrario ad una sfiducia "dettata da Beppe Grillo per sganciarsi dal governo Crocetta". Ma sicuramente, a difendersi ribattendo punto su punto alle accuse mossegli in Aula, ci ha pensato lo stesso Rosario Crocetta. Nel suo intervento, durato 78 minuti, il governatore ha fatto il punto sui suoi introiti mensili, argomento sul quale i deputati pentastellati lo hanno sempre attaccato; ed è andato oltre denunciando l'atteggiamento dei grillini, che da ex alleati sotto l'egida del "modello Sicilia", oggi sono "diventati politicanti come tutti gli altri - ha detto -. Non potrete mai avere alleati. Io invece sono per contaminarmi".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Di Battista:risponderemo a colpi piazza a tentativo fermare M5s
Governo
Di Maio: no a Gentiloni o altro Avatar per salvare la banca Pd
Governo
Renzi al Pd esclude restare,Gentiloni tiene ma partita non chiusa
Governo
Speranza al Pd: indispensabile una scelta di discontinuità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina