domenica 26 febbraio | 16:30
pubblicato il 21/mar/2013 12:00

Sicilia/ Ars approva ddl del Governo: la riforma Province è legge

Ieri a tarda sera il voto finale: 51 a favore, 22 i contrari

Sicilia/ Ars approva ddl del Governo: la riforma Province è legge

Palermo, 21 mar. (askanews) - Il progetto che prevede la riforma delle Province regionali siciliane, con la loro trasformazione in liberi consorzi di comuni, è legge. Il ddl del governo è stato infatti approvato nella tarda serata di ieri dall'Ars, al termine di una lunghissima seduta andata avanti tutto il pomeriggio. A votare a favore della norma sono stati 51 deputati, 22 i contrari e un astenuto. Cancellate dunque le elezioni di primo grado per la scelta dei rappresentanti delle amministrazioni intermedie tra Comuni e Regione; amministrazioni che saranno commissariate al termine della loro legislatura naturale, e che successivamente verranno trasformate, previa approvazione di un'ulteriore legge entro il 31 dicembre, in liberi consorzi appunto. Gli amministratori dei liberi consorzi saranno scelti con elezioni di secondo grado: scelti cioè dai sindaci dei comuni che ne faranno parte.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Errani lascia Pd: ora nuova avventura, ma ci ritroveremo
Sinistra
Lavoro, scuola, ambiente: abito classico per la sinistra ex Pd
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech