sabato 21 gennaio | 03:51
pubblicato il 15/nov/2013 12:00

Show down finale nel Pdl, nuovo summit governativi alle 13

Berlusconi attende ancora su Cn.Ma scuote testa:il nano-Ppe nasce

Show down finale nel Pdl, nuovo summit governativi alle 13

Roma, 15 nov. (askanews) - Show down finale nel centrodestra. E' iniziatom il conto (in ore) alla rovescia nel Pdl per sapere se dopo il Consiglio nazionale al Palacongressi di Roma dalla costola del partito fondato da Silvio Berlusconi e Gianfranco Fini assemblando Forza Italia e Alleanza Nazionale rinascerà solo la nuova Forza Italia che vuole Silvio Berlusconi o, destre a parte, anche un nuovo partito di centrodestra figlio della scissione nel Pdl guidato da Angelino Alfano e dai ministri dell'ormai compianto Pdl, insieme alle colombe. La riunione notturna degli alfaniani è stata ancora una volta non definitiva. Il nuovo appuntamento delle colombe con Vicepremier e ministri è per oggi alle 13, finito il Consiglio dei Ministri che Letta e Alfano riuniscono a palaazzo Chigi alle 11. "Noi 'Innovatori' Pdl - ha twittato aggressivo Roberto Formigoni al termine dell'incontro serale- abbiamo pazienza. E attendiamo fino alle 12 di venerdì che B accetti di rinviare il CN. Ma vediamo bene boicottaggio falchi..". La convocazione è poi slittatata di un'ora per la vicinanza di orario con il Consiglio dei Ministri. A palazzo Grazioli, dopo la lunga giornata di via vai di mediatori o presunti tali (Gianni Letta, Paolo Romani fra i più attivi), Silvio Berlusconi aspetta. E' convinto infatti che è lui a dover ricevere risposte più che darle. Anche se alcune fonti raccontano di un Cav assai scettico sulle chance di una ritrovata unità pre Cn in zona Cesarini. Convinto anzi che sia già pronto, e in arrivo a brevissimo termine, l'annuncio della confluenza di Alfano, ministri e colombe in un nuovo partito, considerato da Berlusconib niente più che "un nano-Ppe italiano" . Una nuova formazione cristiano popolare di centrdestra che il ministro della Difesa Mario Mauro e l'Udc di Pierferdinando Casini potrebbero annunciare già domani se, come tutto lascia prevedere, fra oggi e domani l'assemblea nazionale di Scelta Civica sancirà il definitivo loro divorzio dai resti montiani della formazione nata per dare uno sbocco politico al Governo dei tecnici. Ci sarebbe già una prima data di battesimo per il "nano-Ppe": il 23 Novembre. Ma il condizionale è davvero un obbligo alla vigilia della possibile scissione del partito che Berlusconi aveva fatto nascere sul predellino pensando alla Democrazia Cristiana degli anni Duemila.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Renzi al Nazareno incontra big del partito
Craxi
Berlusconi: mi manca Craxi, è stato vittima di un golpe
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: stanziati 30 milioni per l'emergenza
Maltempo
Rigopiano, Gentiloni: grazie a chi salva vite, forza e coraggio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4