lunedì 05 dicembre | 13:57
pubblicato il 23/set/2014 17:35

*Serracchiani: direzione Pd decide linea, Renzi non accetta veti

"La 'ditta' ha le sue regole" (ASCA) - Roma, 23 set 2014 - E' la direzione del Pd a definire la linea da seguire e anche la minoranza dovra' attenersi alle "regole della ditta". Lo dice la vice-segretaria Pd Debora Serracchiani, parlando della polemica sulla riforma del lavoro: "La posizione del Pd e' decisa dalla direzione. Per come conosco io Renzi credo non accettera' diritti di veto da parte di nessuno e il piano del Governo dara' piu' tutele ai lavoratori e piu' semplicita' agli imprenditori".

"Negli ultimi anni - aggiunge - il numero di disoccupati e' raddoppiato, noi del Pd non possiamo stare alla finestra e fare finta di niente. Nel metodo la 'ditta' ha le sue regole che funzionano allo stesso modo, indipendentemente da chi e' in maggioranza: quando eravamo minoranza, le abbiamo accettate.

Siamo certi che adesso la minoranza fara' altrettanto per il bene del Paese".

Pol/Adm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, Grillo: addio Renzi, ha vinto la democrazia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari