domenica 19 febbraio | 20:04
pubblicato il 27/ago/2014 14:22

Sereni: Ue sia protagonista dialogo su tutti fronti guerra aperti

(ASCA) - Roma, 27 ago 2014 - "Vorremmo che gli spiragli che si sono aperti in queste ore in Medio Oriente e sulla crisi ucraina fossero davvero segnali di progressi indirizzati alla fine delle violenze e alla costruzione di tregue stabili, per ridare voce alla politica e alla diplomazia e far tacere le armi". E' quanto dichiara la vicepresidente della Camera, Marina Sereni.

"La notte trascorsa senza lancio di razzi e senza raid a Gaza ci dice che, fin qui, il cessate il fuoco permanente proposto dall'Egitto e sostenuto dall'Europa regge. E' positivo anche che Putin e Poroshenko - sottolinea - annuncino di voler riprendere il confronto. Ma la fragilita' di questi segnali non deve essere sottovalutata, gli ostacoli per la pace sono ancora enormi non soltanto tra Israele e Palestina e tra Russia e Ucraina, ma anche per tutti i fronti aperti e per la minaccia del terrorismo senza confini".

(Segue) Pol/Bac

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, ultima trattativa con Emiliano su primarie dopo comunali
Pd
Cuperlo a Renzi: scendi da auto, non fare 'Gioventù bruciata'
Pd
Renzi si dimette da segretario Pd, ora candidature o congresso
Pd
Il Pd avvia il congresso, direzione per fissare percorso
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia