domenica 04 dicembre | 01:41
pubblicato il 03/mar/2012 05:10

Serbia/ Tadic ringrazia Italia per candidatura e attende Monti

Presidente: lavoriamo insieme a internazionalizzazione Pmi

Serbia/ Tadic ringrazia Italia per candidatura e attende Monti

Belgrado, 3 mar. (askanews) - Per la prima volta alle sue spalle compare una bandiera dell'Unione europea a fianco di quella serba. Ma il presidente serbo Boris Tadic ieri ha voluto andare oltre i simboli, sottolineando come "la candidatura non è un passaggio epocale, il vero magico momento storico sarà quando la Serbia entrerà a pieno diritto a far parte dell'Unione europea. Prima di allora, i due grandi passaggi da compiere sono due: ottenere una data di inizio dei negoziati il più presto possibile e poi concluderli il più velocemente possibile". All'indomani del conferimento ufficiale a Belgrado dello status ufficiale di Paese candidato all'adesione all'Ue, Tadic ha incassato con orgoglio il successo della sua politica di riforme democratiche. Al contempo, pensa a dettare le prossime tappe del processo di euro integrazione della Serbia il quale, nella sua visione, rappresenta soprattutto "un'opportunità di crescita e prosperità per i cittadini". E proprio in tale ottica, Tadic riserva un ruolo privilegiato all'Italia e al suo sistema produttivo basato sulle Piccole medie imprese, in attesa di ricevere, il prossimo otto marzo, una delegazione di alto livello del governo e del mondo imprenditoriale italiano, guidata dal presidente del consiglio, Mario Monti. "Voglio ringraziarlo personalmente per il sostegno che ha voluto dare alla Serbia per ottenere la candidatura" ha detto Tadic in conferenza stampa, rispondendo ad una domanda di Tmnews. Con il suo interlocutore italiano, infatti, il presidente serbo dice di avere "piena visione di intenti" sul "lavoro da compiere" per rafforzare l'internazionalizzazione dell'economia italiana in Serbia e non la sua delocalizzazione".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Riforme
Referendum, sfida decisiva per la madrina delle riforme Boschi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari