lunedì 05 dicembre | 22:08
pubblicato il 21/gen/2014 13:17

Serbia: Frattini, con riunificazione piu' opportunita' Europa e Italia

Serbia: Frattini, con riunificazione piu' opportunita' Europa e Italia

(ASCA) - Roma, 21 gen 2014 - ''Quando la Serbia sara' membro della famiglia europea ci saranno opportunita' anche per chi ha perso il lavoro in Italia''. Cosi' Franco Frattini, ex ministro degli Esteri e Consulente del governo serbo per le trattative di adesione all'Ue, intervenendo questa mattina all'emittente Radio Popolare.

''La conferenza intergovernativa che si apre oggi a Bruxelles tra Ue e Serbia e' un momento molto importante per il futuro dell'Europa'' afferma Frattini. ''Soprattutto se si pensa ai bombardamenti su Belgrado avvenuti solo 14 anni fa: un battito di ciglia nella storia del mondo. Non vi sara' completamento del percorso di riunificazione, e mi piace chiamarla cosi' piuttosto che usare la parola allargamento, finche' anche i membri dei Balcani occidentali non faranno parte della famiglia europea'', ha poi affermato l'ex titolare della Farnesina. Rispondendo a una domanda sull'eventuale paura di alcuni paesi membri nei confronti di nuove adesioni, Frattini ha sottolineato che ''tutte le forme di paura devono essere tutte mitigate, spiegate e possibilmente cancellate attraverso sane leadership politiche e non certo attraverso gli estremismi''. A tal proposito l'ex ministro dice di augurarsi che ''anche la leadership politica italiana sia in grado di spiegare agli elettori che avere una riunificazione, superare per sempre l'incubo delle pulizie etniche e' un qualcosa che dovrebbe trovarci tutti d'accordo''.

''La spauracchio dell'idraulico polacco, che avrebbe distrutto gli equilibri del mercato del lavoro francese, si e' rivelata del tutto falsa perche', diciamo la verita', oggi c'e' piuttosto l'italiano che vuole andare verso est. Dalla Serbia - ha concluso - arrivano occasioni ed opportunita'.

Forse non tutti sanno, ad esempio, che la Fiat ha un investimento in Serbia che vale circa un miliardo di euro e che produce l'attuale 500 L, che si vende sul mercato russo con una quota importante dei pezzi prodotti in Serbia. Questi sono benefit del sistema italiano e non solo serbo''.

com-brm/cam/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum, Grillo: addio Renzi, ha vinto la democrazia
Riforme
Referendum, affluenza finale 68,48%. Si è votato di più al Nord
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari