domenica 04 dicembre | 19:47
pubblicato il 30/ago/2013 13:35

Senatori a vita: Carrozza, entusiasta di nomine da scienza e cultura

Senatori a vita: Carrozza, entusiasta di nomine da scienza e cultura

(ASCA) - Roma, 30 ago - ''Sono entusiasta della scelta del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, di nominare senatori a vita donne e uomini del mondo della scienza e della cultura''. Lo afferma in una nota il ministro dell'Istruzione, Universita' e Ricerca, Maria Chiara Carrozza. ''Esprimo - aggiunge Carrozza - particolare soddisfazione sia per la nomina di Carlo Rubbia, un grande fisico italiano che ha conseguito fondamentali risultati scientifici per i quali e' noto in tutto il mondo, sia per quella di Elena Cattaneo, una neuro scienziata di livello internazionale che ancora dara' molto alla scienza e alla ricerca. Entrambi non hanno esitato a impegnarsi per il progresso e il futuro del Paese. I quattro nuovi senatori a vita rappresentano un modello per le nuove generazioni, alle quali possono ispirare l'impegno per la propria carriera e - conclude il Ministro - la passione civile''. com-stt/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Referendum, Viminale assicura: matite copiative sono indelebili
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari