sabato 25 febbraio | 10:59
pubblicato il 25/mar/2014 12:00

Senato, pregiudiziale M5S ddl Province non passa per soli 4 voti

Mal di pancia assottigliano numeri della maggioranza

Senato, pregiudiziale M5S ddl Province non passa per soli 4 voti

Roma, 25 mar. (askanews) - Solo 4 voti di scarto hanno impedito alla pregiudiziale di costituzionalità presentata dal M5S al Senato di affossare definitivamente il ddl Delrio sulle Province e le città metropolitane. I voti a favore sono stati infatti 112 contro i 115 contrari e un astenuto che a Palazzo Madama vale come voto contrario. Un segnale che mostra come il provvedimento abbia casusato più di un mal di pancia nella maggioranza che sostiene il governo Renzi e che sulla carta conta su 169 senatori.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Governo
Guerini: assurdo legare data primarie Pd a elezioni politiche
Campidoglio
Grillo: forza Virginia, giornalisti rispettino privacy Raggi
Pd
Pd, commissione unanime: primarie 30 aprile. Renziani: via alibi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech