lunedì 05 dicembre | 11:41
pubblicato il 18/set/2013 17:23

Senato: Grasso ricorda Franca Rame e suo impegno per rigore civile

Senato: Grasso ricorda Franca Rame e suo impegno per rigore civile

(ASCA) - Roma, 18 set - Franca Rame ''cerco' di declinare la sua esperienza parlamentare, attraverso iniziative legislative ed interventi in assemblea e nelle commissioni parlamentari, in chiave di rigore civile e giustizia sociale, in particolare mediante la lotta contro gli sprechi di denaro pubblico e la corruzione nella Pubblica Amministrazione''. Lo ha detto il presidente del Senato, Pietro Grasso intervenendo alla commemorazione in Aula di Palazzo Madama della senatrice morta lo scorso 29 maggio. Di piu', ha proseguito il presidente del Senato, Franca Rame e' stata una donna che ha messo ''in gioco tutta se stessa e con lei i sensi e i confini del mondo, per infrangere nel modo piu' clamoroso l'ipocrisia, con la genuinita' di un inno alla vita vera, la sua vita''.

Di quello spirito e di quella ''breve e tormentata stagione politica e parlamentare'' in cui Rame raccolse anche ''numerose amarezze e delusioni'' e' traccia e denuncia la dura lettera di dimissioni dall'ufficio di senatore, che non fu mai discussa dall'assemblea per la fine anticipata della legislatura. ''Non intendo abbandonare la politica, scriveva Franca Rame - ha ricordato Grasso - voglio tornare a farla per dire cio' che penso, senza ingessature e vincoli, senza dovermi preoccupare di maggioranze, governo e alchimie di potere in cui non mi riconosco. [...] Ringrazio prima di tutto le donne e gli uomini che mi hanno votata, ma, proprio per non deludere le loro aspettative e tradire il mandato ricevuto, vorrei tornare a dire cio' che penso, essere irriverente con il potere come lo sono sempre stata, senza dovermi mordere in continuazione la lingua''.

''Ha quindi fino all'ultimo, fino alla vigilia di quel drammatico 29 maggio di quest'anno - ha proseguito Grasso -, continuato ad incarnare nella sua vita quella compiuta e inscindibile integrazione fra recitazione ed impegno civile, in cui la magia e la meraviglia del teatro divengono, come nella catarsi teorizzata da Aristotele per la tragedia classica, lo strumento e la via per diventare cittadini migliori. Sono allora certo - ha concluso il presidente del Senato - in questo spirito, di esprimere il sentimento commosso di tutta l'assemblea nel rivolgere a Dario e a Jacopo Fo il sentimento di affettuosa vicinanza e di commossa gratitudine del Senato della Repubblica, nel momento in cui facciamo memoria di una grandissima donna di teatro, nel senso piu' alto e nobile che queste parole possano esprimere''.

njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, affluenza boom alle urne: alle 19 è già al 57,24%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari