mercoledì 22 febbraio | 23:38
pubblicato il 28/nov/2013 18:48

Senato: Grasso presenta 'Scritti' di Guttuso, fu testimone del suo tempo

Senato: Grasso presenta 'Scritti' di Guttuso, fu testimone del suo tempo

(ASCA) - Roma, 28 nov - ''Guttuso e' stato per piu' di cinquant'anni uno straordinario testimone del proprio tempo, in grado di rappresentare, con le sue opere e con i suoi scritti, la condizione umana, con le sue sofferenze, i suoi miti, le sue passioni. Gli scritti di Guttuso sono preziosi per comprendere ed interpretare meglio la sua enorme produzione artistica, una parte significativa della quale e' stata dedicata alla rappresentazione di scene della vita sociale e politica, della quale sono protagonisti - resi in modo intenso ed emozionante, con forza drammatica e suggestiva - persone semplici, lavoratori, cittadini impegnati nella costruzione quotidiana della vita democratica dello Stato''. Lo ha detto il presidente del Senato, Pietro Grasso intervenendo alla presentazione a Palazzo Giustiniani del volume ''Scritti'' di Renato Guttuso.

''E alla vita democratica della Repubblica - ha ricordato ancora Grasso - Guttuso partecipo' attivamente fin dagli anni Quaranta, quando aderi' al Partito Comunista d'Italia clandestino, partecipando alla lotta antifascista.

Successivamente, fu eletto senatore, tra il 1976 e il 1983, nella VII e nella VIII Legislatura, durante le quali prese parte, con lucidita' e pacata determinazione, ai lavori del Senato quale membro della 7a Commissione permanente ''Istruzione pubblica'', dando il proprio contributo in particolare al tema della liberta' della cultura e dell'arte''.

Tornado all'attivita' artistica di Renato Guttuso, il presidente del Senato ha sottolineato inoltre come quest'ultimo sia stato ''oltre al pittore che tutti conosciamo, anche un intellettuale a tutto tondo, che ha partecipato al dibattito culturale, civile e politico, sia con le sue celebri opere pittoriche, sia con una miriade di scritti, saggi e articoli pubblicati nelle principali riviste d'arte e nelle pagine culturali della stampa periodica. La sua attivita' di scrittura non fu un'attivita' secondaria - ha rimarcato Grasso -, come dimostra la stessa mole degli ''Scritti'', un volume di quasi duemila pagine, e Guttuso vi si dedico' con grande passione''. ''La scrittura poteva nascere da un suo bisogno, dall'interesse provato per un'artista, dalla necessita' di esprimere le sue posizioni artistiche o anche dalla semplice lettura dei giornali, dalla quale poteva scaturire la spinta a fornire il proprio contributo - sempre caratterizzato da accesa vis polemica - nella materia che lo aveva interessato - ha concluso la seconda carica dello Stato -. L'artista, tuttavia, non si preoccupo' molto della sorte dei suoi scritti dopo la pubblicazione. Il volume oggi presentato ne raccoglie una gran parte, sistematizzandoli in tre sezioni.

La prima raccoglie gli scritti relativi ai pittori e agli amici; la seconda quelli dedicati alla corrente del Realismo e quelli di critica al sistema delle arti. Infine, la terza parte e' dedicata all'impegno civile e politico e alla difesa del patrimonio artistico''.

njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Campidoglio
Grillo: entro due giorni Raggi risolve questione di stadio Roma
Roma
Grillo: Roma una bomba atomica, che pretendete da M5s?
Pd
Pd, Orfini: dopo Emiliano spero ci ripensino Rossi e Speranza
Governo
Renzi: governo fa cose importanti ma se ne parla poco
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Nasa: scoperti sette esopianeti simili alla Terra
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech