martedì 17 gennaio | 06:04
pubblicato il 24/dic/2013 09:20

Senato: Grasso, e' da cambiare. Nel 2014 riforma delle Camere

Senato: Grasso, e' da cambiare. Nel 2014 riforma delle Camere

(ASCA) - Roma, 24 dic - ''Nessuno parla di abolire il Senato ma e' venuto il momento di superare il bicameralismo perfetto e specificare funzioni diverse al fine di razionalizzare e velocizzare l'iter legislativo. Credo che possa restare solo alla Camera il rapporto col governo in materia di fiducia e attuazione del programma limitando a casi eccezionali la decretazione d'urgenza. Si puo' immaginare invece un ruolo specifico del Senato nel rapporto con le autonomie territoriali e l'Unione Europea, nella vigilanza economico finanziario, nell'utilizzo di strumenti di controllo e ispettivi''. Lo ha affermato in un'intervista al 'Messaggero' il presidente del Senato Pietro Grasso, il cui auspicio e' quello che il 2014 sia ''una anno di riforme, da quella elettorale a quella istituzionale, di misure per il lavoro e le imprese''. Un modo questo per riavvicinare i cittadini alla politica ''dopo anni di scandali a tutti i livelli'' all'origine ''della rabbia che quasi meta' dei cittadini nutre nei confronti della politica: l'esasperazione dello spreco ha portato all'esasperazione della rabbia ''. In questo senso, per il presidente Grasso, le proteste di questi giorni sono ''il segnale di un malessere economico e sociale che non puo' essere ignorato, ma chi cerca di cavalcare queste proteste, per tornaconto politico o strumentalizzazioni di altra natura fa un gioco pericoloso che rischia di far esplodere una situazione gia' critica''.

Quanto alla legge elettorale, Grasso ha ricordato che ''sono anni che la melina va avanti ma ora che la Corte ha preannunciato l'accoglimento di motivi di censura sul Porcellum la riforma non e' piu' rinviabile. Intanto - ha chiarito - ci si deve dotare di una legge elettorale, in linea con la Costituzione vigente, salvo poi modificarla in relazione alle riforme costituzionali''. Infine, sui finanziamenti ai partiti il presidente Grasso ha sottolineato la necessita' ''oltre alla trasparenza dei bilanci, di una seria legge sulle 'lobby' per non consegnare le politiche pubbliche agli interessi dei privati''. red-brm/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Bersani: Renzi non ha capito lezione, così si sbatte di nuovo
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Conti pubblici
Ue sollecita manovra correttiva. Gentiloni vede Padoan
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello