mercoledì 07 dicembre | 15:36
pubblicato il 09/feb/2011 14:32

Senato/ Elisabetta Serafin,prima donna capo burocrazia Parlamento

Giro di saluti ai gruppi: "Sono contenta ed emozionata"

Senato/ Elisabetta Serafin,prima donna capo burocrazia Parlamento

Roma, 9 feb. (askanews) - Elisabetta Serafin, eletta oggi segretario generale del Senato, è la prima donna a capo di una burocrazia parlamentare. Nata 52 anni fa a Roma, Serafin è entrata per concorso nei ruoli del Senato come consigliere parlamentare il 1 maggio 1985. Serafin succede ad Antonio Malaschini e approda allo scranno di fianco a quello del presidente del Senato dopo aver diretto per lungo tempo il servizio Assemblea. Primo impegno 'istituzionale' per la neo eletta segretario è il 'giro' dei gruppi parlamentare, iniziato dal Partito Democratico, i cui senatori hanno votato contro la sua nomina alkla guida della burocrazia di palazzo Madama. Al Pd, Serafin ha incontrato la capogruppo Anna Finocchiaro e il vice Luigi Zanda, e al termine della visita la neo-segretario di palazzo Madama l'ha definita, conversando con i cronisti, "corretta e indispensabile". Più delle parole, è stata comunque la voce a tradire una certa emozione per l'incarico ricevuto, emozione che la stessa Serafin ha palesato poco dopo, ammettendo di sentirsi esattamente così, "emozionata", ma anche "contenta". A lei sono arrivati subito i complimenti da parte delle senatrici del Pdl, che in una nota hanno sottolineato il fatto che "è la prima volta che una donna raggiunge il vertice dell'amministrazione di un organo costituzionale. Vivo apprezzamento al presidente del Senato, Renato Schifani, per una scelta che ha voluto coniugare altissimi meriti e competenze alla scelta di genere". Una scelta, quella che ha portato Serafin al nuovo incarico, salutata positivamente anche da Giampiero D'Alia, capogruppo dell'Udc, che ha sottolineato "l'esaltazione del ruolo delle donne che, a differenza di una esigua minoranza, sono veramente al servizio dello Stato. La decisione di eleggere Elisabetta Serafin alola guida dell'amministrazione del Senato deve essere valutata quindi dal punto di visto istituzionale e non politico, perchè il Senato ha inteso premiare una donna che serve le istituzioni da parecchi anni".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi e Pd pronti a governo istituzionale: ma con numeri larghi
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Governo
Mattarella frena corsa al voto,prima sistema elettorale uniforme
Governo
Renzi: governo istituzionale ma largo, sennò non temo voto
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Veronafiere, Puglia in rosè al Wine2Wine
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni