lunedì 05 dicembre | 04:13
pubblicato il 28/mar/2011 18:06

Senato/ Domani Giunta chiude su arresto Tedesco,gruppi 'indecisi'

Il relatore Balboni: nessun pronucniamento a 24 ore dal voto

Senato/ Domani Giunta chiude su arresto Tedesco,gruppi 'indecisi'

Roma, 28 mar. (askanews) - Dovrebbe essere domani in giorno della decisione della Giunta per le immunità del Senato sul caso del senatore del Pd Alberto Tedesco, su cui pende una richiesta d'arresto firmata dal Gip di Bari Giuseppe De Benedictis nel quadro dell'inchiesta sulle malversazioni che interessarono la sanità pugliese mentre Tedesco era assessore alla materia. I gruppi parlamentari, però, sono ancora nell'indecisione più completa, tanto che il relatore del provvedimento, Alberto Balboni (Pdl), ha ammesso candidamente che "nessuno, al momento ha manifestato alcuna intenzione di voto o anche solo lasciato trasparire linea di condotta" invista delle votazioni sulla proposta che verrà avanzata domani sera in Giunta. I tempi del procedimento, ha poi chiarito ancora Balboni, si sono ulteriormente allungati anche a causa della richiesta avanzata dal capogruppo del Pd in commissione, Francesco Sanna, di leggere l'atto con cui il gip di Bari ha confermato la richiesta di arresto ai danni di Tedesco. La scorsa settimana, infatti, il senatore è stato ascoltato da De Benedictis, una richiesta di interrogatorio più volte reiterata dall'indagato e coadiuvata dalla manifestazione pubblica della volontà di chiedere al Senato di autorizzare l'arresto, qualora la richiesta fosse stata confermata dal tribunale barese anche dopo l'interrogatorio. Al termine dell'interrogatorio, diversamente dalle attese di Tedesco, il Gip ha però confermato la richiesta d'arresto, spiegando che "le dichiarazioni rese da Terdesco non cambiano il quadro della vicenda". Un atto, quello del tribunale barese, che il senatore Sanna ha voluto investigare a fondo, chiedendo e ottenendo il rinvio della discussione a domani. Questa pausa, però, non ha diminuito in nulla la voglia di fare chiarezza sulla vicenda e soprattutto di chiuderla in fretta, tenendo conto degli atti d'inchiesta più che delle dichiarazioni pubbliche dell'interessato. "Nella sua audizione qui in Giunta - ha infatti ribadito oggi Balboni - il senatore Tedesco ha presentato una memoria difensiva nella quale sottolineava che l'inchiesta a suo carico era palesemente viziata da 'fumus persecutioni', quindi la Giunto terrà conto di quella, non di manifestazione di volontà sui giornali". Cionostante, il senatore ha mantenuto il massimo riserbo sulla sua proposta di voto, anche se nei giorni dell'inchiesta vera e propria, che verrà formulata soltanto domani sera, al termine della discussione generale.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum, affluenza boom alle urne: alle 19 è già al 57,24%
Riforme
Referendum,Centro-Nord spinge affluenza oltre 60%,Sud sotto il 50%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari