martedì 28 febbraio | 00:13
pubblicato il 04/set/2013 16:49

Senato: battesimo neosenatori a vita a P.Madama. Rubbia, noi 'matricole'

Senato: battesimo neosenatori a vita a P.Madama. Rubbia, noi 'matricole'

(ASCA) - Roma, 4 set - Inizia con un incontro con il presidente del Senato, Pietro Grasso la prima giornata a Palazzo Madama dei neo senatori a vita. Una mezz'ora di colloquio ricco di confidenze, di battute, di confessioni.

''Ci sentiamo come delle matricole'' osserva per tutti il premio Nobel, Carlo Rubbia.

Assente per ragioni di salute il maestro Claudio Abbado, Elena Cattaneo e' accompagnata dai due figli, mentre Renzo Piano e' insieme al figlio.

Molte le domande rivolte al presidente Grasso dai neo senatori, molto incuriositi dalla 'macchina' del Senato, dalle tecnicalita' di voto, dai tempi degli interventi.

Insieme si sono quindi soffermati nell'indivduare sulla piantina dell'emiciclo i posti loro riservati. Subito dopo l'incontro i tre senatori a vita si sono seduti in Aula a partecipare alla loro prima seduta di lavori.

njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrodestra
Zaia a Berlusconi: io candidato premier? E' una manfrina
Centrodestra
Salvini gela Berlusconi: no a Zaia leader e a doppia moneta
Calcio
Renzi: Ranieri tradito dai suoi giocatori, ma tornerà...
Pd
Pd, D'Alema: attacchi Renzi? Non vorrei alimentare ossessioni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech