lunedì 05 dicembre | 12:08
pubblicato il 03/ott/2015 13:22

Senato approva l'articolo 2 del ddl riforme, 160 i voti a favore

100 i senatori, 95 eletti da organi territoriali e 5 da capo Stato

Senato approva l'articolo 2 del ddl riforme, 160 i voti a favore

Roma, 3 ott. (askanews) - Il Senato ha approvato l'articolo 2 del ddl Boschi di riforma della Costituzione, quello che definisce la composizione del futuro Senato e l'elezione dei suoi componenti. I voti a favore sono stati 160, i contrari 86 e gli astenuti uno. L'articolo è passato, ma senza la maggioranza assoluta di 161 voti.

La norma approvata prevede che il futuro Senato sia composto da 100 senatori, 95 eletti dagli organi territoriali e cinque di nomina del presidente della Repubblica.

"I Consigli regionali e i Consigli delle Province autonome di Trento e di Bolzano - è scritto nel testo dell'articolo 2 - eleggono, con metodo proporzionale, i senatori tra i propri componenti e, nella misura di uno per ciascuno, tra i sindaci dei Comuni dei rispettivi territori. Nessuna Regione può avere un numero di senatori inferiore a due; ciascuna delle Province autonome di Trento e di Bolzano ne ha due. La ripartizione dei seggi tra le Regioni si effettua, previa applicazione delle disposizioni del precedente comma, in proporzione alla loro popolazione, quale risulta dall'ultimo censimento generale, sulla base dei quozienti interi e dei piu alti resti".

Frutto dell'accordo con la minoranza dem sull'elettività dei nuovi senatori è il passaggio del nuovo articolo che recita: "La durata del mandato dei senatori coincide con quella degli organi delle istituzioni territoriali dai quali sono stati eletti, in conformità alle scelte espresse dagli elettori per i candidati consiglieri in occasione del rinnovo dei medesimi organi, secondo le modalità stabilite dalla legge di cui al sesto comma. Con legge approvata da entrambe le Camere sono regolate le modalità di attribuzione dei seggi e di elezione dei membri del Senato della Repubblica tra i consiglieri".

Dopo il via libera al nuovo articolo 2 del ddl di riforma costituzionale, l'aula del Senato ha sospeso la seduta. L'esame del provvedimento riprenderà lunedì alle 15. Lunedì è prevista anche la riunione dell'ufficio di presidenza del Senato che affronterà il caso scoppiato ieri con le accuse al senatore Barani di aver rivolto un gesto osceno ad una collega del M5S.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, Grillo: addio Renzi, ha vinto la democrazia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari