martedì 24 gennaio | 08:27
pubblicato il 20/gen/2014 19:28

Semplificazione: Regioni, si ottiene con la collaborazione istituzionale

(ASCA) - Roma, 20 gen 2014 - La semplificazione non si ottiene unilateralmente, ma solo con la collaborazione istituzionale tra comparti della pubblica amministrazione e livelli di governo, da un lato, e, dall'altro, con la partecipazione degli stakeholder.

Si e' svolta oggi un'audizione di una delegazione della Conferenza delle Regioni e delle province autonome presso la Commissione parlamentare per la semplificazione, nell'ambito dell'indagine conoscitiva sulla semplificazione legislativa ed amministrativa. La posizione delle Regioni e' stata illustrata dall'assessore della Regione Lazio, Concettina Ciminiello che ha lasciato agli atti della Commissione un documento approvato dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome.

''Le Regioni - ha spiegato la Ciminiello - suggeriscono un metodo di lavoro per la semplificazione che tenga conto di tre condizioni.

Prima di tutto occorre considerare che la semplificazione si effettua a livello amministrativo e organizzativo, misurando gli interventi caso per caso, intervenendo solo in ultima istanza a livello normativo.

La semplificazione - prosegue Ciminiello - deve tradursi in un'attivita' di verifica del sistema, considerando sempre l'impatto delle modifiche introdotte e la loro sostenibilita'.

Terza questione. La semplificazione non si ottiene unilateralmente, ma solo con la collaborazione istituzionale tra comparti della pubblica amministrazione e livelli di governo, da un lato, e, dall'altro, con la partecipazione degli stakeholder.

Anche per questi motivi - ha proseguito Ciminiello - le Regioni danno grande importanza all'iniziativa della Commissione per la semplificazione. Un'indagine allargata che parta proprio dalle esperienze condotte aiutera' ad identificare i problemi e a tentarne una soluzione''.

In un quadro non privo di diverse criticita' le Regioni hanno tentato di ''interpretare il proprio ruolo in materia di semplificazione, approntando strumenti e metodi per fa fronte alle numerose complessita' insite sia nell'esercizio delle prerogative legislative che amministrative a cui devono corrispondere. Un dato comune a molte Regioni - si legge nel documento della Conferenza delle Regioni - e' proprio l'aver acquisito una consapevolezza'' sulla ''necessita' di un governo complessivo della semplificazione dove e' fondamentale un indirizzo che promana dal centro (la regione) e si sviluppa e si attua attraverso i territori, coinvolgendo nei processi decisionali e di monitoraggio costante degli effetti anche la componente rappresentativa delle imprese, dei cittadini e dei lavoratori'' e talvolta ''misure e iniziative varate e sviluppate a livello regionale e locale scontano i ritardi e le inefficienze che promanano dalle amministrazioni statali o da norme dettate dallo Stato.'' ''Il tema della semplificazione e' stato per lungo tempo appannaggio esclusivo del legislatore statale'' e che spesso ''ha interpretato la semplificazione come un esercizio di tipo comunicativo e para-elettorale. Al contrario, una strada alternativa per semplificare in Italia e' possibile''.

Un approccio diverso al tema della semplificazione e' gia' stato sperimentato e ha gia' prodotto alcuni risultati: ''Si tratta - prosegue il Documento della Conferenza - dell'esperienza del Tavolo istituzionale previsto dal piu' volte richiamato Accordo siglato in Conferenza Unificata nel maggio 2012.

E' dunque prioritario, concludono le Regioni, ''rinnovare il patto di collaborazione tra tutti i livelli di governo attraverso l'individuazione di una nuova Agenda comune per la semplificazione'', proseguendo il lavoro tecnico svolto ultimamente, grazie alla collaborazione e all'impegno profuso dalla struttura tecnica del Ministero competente in materia di semplificazione.

rus/mar/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nega tensione Renzi-Gentiloni su Agcom:non c'è inciucio con Fi
Conti pubblici
Berlusconi: nuova manovra? Rimasti conti da pagare di Renzi
M5s
Di Maio: né Salvini né Meloni, non facciamo alleanze
L.elettorale
Salvini: Consulta deve consentire di andare a elezioni a maggio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4