martedì 24 gennaio | 07:02
pubblicato il 22/gen/2014 12:00

Segreteria Pd riunita con Renzi a Roma dopo dimissioni Cuperlo

Guerini:"situazione non drammatica,si supera".Jobs act dopo Letta

Segreteria Pd riunita con Renzi a Roma dopo dimissioni Cuperlo

Roma, 22 gen. (askanews) - E' iniziata in largo del Nazareno a Roma la riunione settimanale della segreteria del Pd, convocata alle 7,30 come ormai da consolidata tradizione romana di Matteo Renzi. La segreteria cade all'indomani delle dimissioni da presidente del partito di Gianni Cuperlo, per denunciare l'atteggiamento con cui Renzi ha chiesto lunedì alla direzione del Pd di "prendere o lasciare" l'accordo "chiuso" sulle riforme da lui siglato sabato con Silvio Berlusconi. "Supereremo questa situazione, non mi pare molto drammatica", ha detto in proposito il portavoce della segreteria Lorenzo Guerini, parlando a Sky Tg24. "Unità e democrazia interna al partito si realizzano nelle sedi di partito. E in direzione mi pare che la democrazia sia stata giustamente ampiamente praticata: si è discusso, ci si è confrontati". Dopodichè "Cuperlo ha preso questa sua decisione" e "ora la nuova presidenza verrà decisa dall'assemblea nazionale quando sarà convocata". Cosa che al momento non è. Da parte di Guerini, poi, nessuno sbilanciamento sulle intenzioni di Renzi rispetto a profilo e nomi del nuovo presidente. Siano questi già in circolazione (il super partes Guglielmo Epifani, la bersaniana Barbara Pollastrini, la prodianissima-civatiana Sandra Zampa, fra i papabaili) oppure no. "Renzi dopo le primarie - si è limitato a dire il portavoce della segreteria Pd- aveva offerto la presidenza alla minoranza e particolarmente a Cuperlo, ora si vedrà". Sul tavolo della riunione segreteria Pd c'è anche il jobs act preannunciato settimane fa e la cui elaborazione definitiva non è ancora alle porte. "Credo - ha spiegato sul jobs act all'arrivo al Nazareno la responsabile del settore Mariana Madia ai microfoni di Sakytg24- che andrà all'esame della direzione del Pd che ci sarà non la prossima settimana ma quella dopo ancora". E in ogni caso "credo che ci sarà prima il patto di coalizione" sull'attività del Governo nel 2014 che Letta vorrebbe portare in Parlamento entro la fine di Gennaio.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nega tensione Renzi-Gentiloni su Agcom:non c'è inciucio con Fi
Conti pubblici
Berlusconi: nuova manovra? Rimasti conti da pagare di Renzi
M5s
Di Maio: né Salvini né Meloni, non facciamo alleanze
L.elettorale
Salvini: Consulta deve consentire di andare a elezioni a maggio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4