mercoledì 18 gennaio | 13:40
pubblicato il 04/mar/2013 20:55

Sede vacante: congregazione generale, giurano altri 4 cardinali elettori

Sede vacante: congregazione generale, giurano altri 4 cardinali elettori

(ASCA) - Roma, 4 mar - Sono giunti a Roma ed hanno giurato questa sera nell'aula grande del Sinodo in Vaticano altri 4 cardinali elettori giunti a Roma nel pomeriggio. Si tratta del patriarca maronita libanese Bechara Rai, il card.

Meissner di Colonia, il card. Woelki di Berlino e il card.

Sarr di Dakar. Il giuramento e' avvenuto nel corso della seconda congregazione dei cardinali.

E' stato anche deciso, ha precisato il portavoce vaticano padre Federico Lombardi, che domani e mercoledi' le congregazioni avranno luogo solo al mattino.

Sempre nel corso dei lavori della congregazione pomeridiana, come previsto ha tenuto ai cardinali presenti la prima delle meditazioni previste dalla costituzione apostolica, il predicatore della casa pontificia padre Raniero Cantalamessa.

I cardinali elettori arrivati a Roma sono ora, quindi 107 dei 115 previsti.

gc/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Ue
Gentiloni vola da Merkel, sul tavolo conti pubblici e caso Fca
Pd
Renzi a Napoli e Scampia: lontano da flash, vicino a difficoltà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, arriva dagli Usa il "Piatto unico bilanciato"
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Ricerca, piccole balene cibo preferito da squalo estinto Megalodon
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa