domenica 19 febbraio | 13:47
pubblicato il 08/gen/2014 20:30

Scuola: Saitta, dossier Legambiente conferma allarme inascoltato Upi

Scuola: Saitta, dossier Legambiente conferma allarme inascoltato Upi

(ASCA) - Roma, 8 gen 2014 - ''Il rapporto di Legambiente sullo stato delle scuole italiane conferma l'allarme che ormai da due anni abbiamo lanciato, inascoltati''. Lo dichiara innuna nota il presidente dell'Unione province italiane (Upi), Antonio Saitta, sottolineando che ''se le scuole italiane sono in questa condizione e' perche' negli ultimi 10 anni i governi non hanno investito 1 solo euro per la messa in sicurezza''. ''Il ministro Carrozza - prosegue Saitta - ci ha provato, ma i 150 milioni di euro che e' riuscita a destinare a questi investimenti non possono essere considerati che un segnale.

Per questo avevamo chiesto ripetutamente al governo di riservare quel poco di spazio di patto di stabilita' che e' stato concesso alle Province e ai Comuni nella Legge di stabilita' per consentirci di usare le risorse bloccate nelle casse esclusivamente per la messa in sicurezza delle scuole, ma il Parlamento ha scelto di non considerare prioritari questi interventi''.

Nella lettura del presidente Upi, pertanto, ''la situazione e' grave, ma si aggravera' ancora nel prossimo anno perche', nella furia mediatica abolizionista sulle Province, sta passando inosservata una questione che sembra solo un tecnicismo, ma invece avra' un forte impatto sulla vita dei cittadini: il passaggio della gestione degli oltre 5000 edifici scolastici da 107 Province a piu' di 1300 Comuni, che produrra' la moltiplicazione dei centri di spesa e l'aumento dei costi per investimenti di manutenzione, messa in sicurezza e costruzione di nuove scuole. Secondo i nostri calcoli si tratta di almeno 650 milioni di euro in piu' a partire dal prossimo anno scolastico, soldi che, considerato il blocco degli investimenti e i tagli continui agli enti locali, si ridurranno in 650 milioni di tagli alla gestione delle scuole. Ma questo si tiene rigorosamente sotto silenzio'', conclude Saitta.

com-stt/mau/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto lascia Si: non serve partito ma nuovo centrosinistra
Pd
Pd, fallisce nuova mediazione ma si tratta. Rischio scissione
Sinistra
Fratoianni si presenta: Sinistra italiana sia un vero partito
Pd
D'Alema: Renzi non sia prepotente, questione è nelle sue mani
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia