martedì 17 gennaio | 01:50
pubblicato il 08/gen/2014 20:30

Scuola: Saitta, dossier Legambiente conferma allarme inascoltato Upi

Scuola: Saitta, dossier Legambiente conferma allarme inascoltato Upi

(ASCA) - Roma, 8 gen 2014 - ''Il rapporto di Legambiente sullo stato delle scuole italiane conferma l'allarme che ormai da due anni abbiamo lanciato, inascoltati''. Lo dichiara innuna nota il presidente dell'Unione province italiane (Upi), Antonio Saitta, sottolineando che ''se le scuole italiane sono in questa condizione e' perche' negli ultimi 10 anni i governi non hanno investito 1 solo euro per la messa in sicurezza''. ''Il ministro Carrozza - prosegue Saitta - ci ha provato, ma i 150 milioni di euro che e' riuscita a destinare a questi investimenti non possono essere considerati che un segnale.

Per questo avevamo chiesto ripetutamente al governo di riservare quel poco di spazio di patto di stabilita' che e' stato concesso alle Province e ai Comuni nella Legge di stabilita' per consentirci di usare le risorse bloccate nelle casse esclusivamente per la messa in sicurezza delle scuole, ma il Parlamento ha scelto di non considerare prioritari questi interventi''.

Nella lettura del presidente Upi, pertanto, ''la situazione e' grave, ma si aggravera' ancora nel prossimo anno perche', nella furia mediatica abolizionista sulle Province, sta passando inosservata una questione che sembra solo un tecnicismo, ma invece avra' un forte impatto sulla vita dei cittadini: il passaggio della gestione degli oltre 5000 edifici scolastici da 107 Province a piu' di 1300 Comuni, che produrra' la moltiplicazione dei centri di spesa e l'aumento dei costi per investimenti di manutenzione, messa in sicurezza e costruzione di nuove scuole. Secondo i nostri calcoli si tratta di almeno 650 milioni di euro in piu' a partire dal prossimo anno scolastico, soldi che, considerato il blocco degli investimenti e i tagli continui agli enti locali, si ridurranno in 650 milioni di tagli alla gestione delle scuole. Ma questo si tiene rigorosamente sotto silenzio'', conclude Saitta.

com-stt/mau/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Bersani: Renzi non ha capito lezione, così si sbatte di nuovo
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Conti pubblici
Ue sollecita manovra correttiva. Gentiloni vede Padoan
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello