lunedì 27 febbraio | 19:43
pubblicato il 06/mar/2013 13:06

Scuola: Profumo, nuovo concorso avviato, spero non verra' bloccato

(ASCA) - Roma, 6 mar - Il prossimo concorso per l'assunzione di insegnanti nella scuola pubblica che dovrebbe essere bandito in primavera ''e' un processo avviato, ma sara' una responsabilita' del nuovo governo e del nuovo Parlamento, io ho fatto tutto quello che potevo fare e anche di piu', tenendo fermo che in quanto dipendente della pubblica amministrazione ne dipendero' e lavorero' fino all'ultimo giorno del mio mandato''. Lo ha affermato il ministro dell'Istruzione Francesco Profumo a margine della presentazione di un rapporto sulla scuola digitale.

Nello specifico Profumo ha indicato che in merito al nuovo concorso per assunzioni nella scuola, atteso la prossima primavera, ''stiamo facendo i conti, sono in corso i processi per stabilire il numero di posti sul triennio 2015-2017 che e' relativamente buono e dovrebbe essere piu' o meno simile a quello del precedente concorso (di fine 2012, ndr)''.

stt/sam/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Calcio
Renzi: Ranieri tradito dai suoi giocatori, ma tornerà...
Centrodestra
Zaia a Berlusconi: io candidato premier? E' una manfrina
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Dp
Rossi: noi fermeremo Grillo, alleanza con Pd se vince Orlando
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech