martedì 21 febbraio | 05:38
pubblicato il 24/lug/2012 13:03

Scuola/ Profumo: Anno scolastico certamente non a rischio

Sicurezza degli istituti è priorità del paese

Scuola/ Profumo: Anno scolastico certamente non a rischio

Roma, 24 lug. (askanews) - Per il ministro dell'Istruzione, Francesco Profumo, l'apertura del prossimo anno scolastico certamente non è a rischio come hanno denunciato ieri le Province italiane sulla base dei tagli di fondi che subiranno a causa del provvedimento sulla spending review. Profumo, che domani incontrerà il presidente dell'Unione delle province italiane, ha auspicato che il paese diventi "un po' più attento ai problemi, entrando con competitività, sedendosi e trovando soluzioni". Intervenuto a margine di un convegno nella sede della giunta regionale lombarda, il ministro ha aggiunto che "certamente la sicurezza delle scuole è una priorità del paese. Il ministero ha avviato un processo complessivo di interventi immediati e uno più articolato perché ci sia un programma pluriennale in modo che le scuole italiane abbiano un loro sviluppo in termini di sicurezza e qualità".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Vertici M5s a Roma, possibile incontro Grillo-Raggi in Campidoglio
Pd
Enrico Letta: Pd non può finire così, attonito da cupio dissolvi
Elezioni
Blog Grillo: pazienza italiani ha un limite, lasciateci votare
Pd
Ultime ore per arginare la scissione nel Pd, occhi su Emiliano
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia