mercoledì 18 gennaio | 11:36
pubblicato il 27/mar/2014 13:10

Scuola: M5S su 'quota 96', maggioranza gioca su pelle insegnanti

(ASCA) - Roma, 27 mar 2014 - ''La maggioranza gioca con le parole sulla pelle dei 4mila insegnanti cosiddetti ''quota 96' che aspettano ancora di poter andare in pensione con i requisiti pre-Fornero''. Lo denunciano i deputati del MoVimento 5 Stelle. ''Siamo indignati - proseguono - per la riformulazione della risoluzione che, nelle commissioni Bilancio e Lavoro, avrebbe dovuto impegnare il governo a trovare al piu' presto le risorse, circa 400 milioni di euro in quattro anni, per risolvere la questione. Inizialmente il documento dava 20 giorni all'esecutivo, che aveva avuto da ridire sulle coperture della proposta di legge unificata Pd-M5S (Ghizzoni-Marzana), per individuare i fondi alternativi. Noi abbiamo aderito all'iniziativa nonostante avessimo esternato la volonta' che si terminasse prima l'iter della proposta di legge, inchiodando governo e maggioranza alle loro responsabilita'. Questo impegno vincolante, pero', non e' piaciuto a Palazzo Chigi e la maggioranza lo ha rimodulato''.

I deputati pentastellati attaccano: ''E' arrivata cosi' l'amara sorpresa: la risoluzione non impone al governo di trovare le risorse ed inserirle nel Documento di economia e finanza, che a breve sara' presentato alle Camere, ma lo impegna soltanto a ''riferire alle commissioni, prima della presentazione del Def, in merito al reperimento delle risorse'. Si tratta della solita formulazione vaga e indefinita - continuano - che rischia di rimandare alle calende greche la soluzione a un'emergenza che invece necessita di una risposta immediata''. ''Troviamo ridicolo che il governo, nella persona del Sottosegretario Legnini, non tenga in considerazione che la questione e' sul tavolo dall'inizio della legislatura, chiedendo ancora del tempo per poterla analizzare. Ed e' inaccettabile che il governo Renzi, che a parole si erge a paladino della scuola, debba ancora decidere se il pasticcio della Fornero sul personale della scuola meriti una soluzione, nonostante tutte le forze parlamentari abbiano manifestato chiaramente la volonta' politica di porre rimedio a questo sopruso''. Concludono i deputati M5S: ''La vicenda e' quindi rinviata alla prossima settimana in commissione Bilancio, dove il MoVimento 5 stelle vigilera' affinche' Palazzo Chigi riconosca il ruolo del Parlamento e ripristini il diritto alla pensione negato al personale scolastico''. com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Mattarella:Nato straodinariamente importante per pace e sicurezza
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Ue
Gentiloni vola da Merkel, sul tavolo conti pubblici e caso Fca
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, arriva dagli Usa il "Piatto unico bilanciato"
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa