sabato 25 febbraio | 16:58
pubblicato il 05/giu/2014 18:33

Scuola: Liuzzi (FI), dal Liceo dei Beni culturali nuove figure anti-gap

(ASCA) - Roma, 5 giu 2014 - ''Il liceo dei beni culturali potra' preparare nuove figure professionali in grado di raccontare l'Italia e sopperire al gap di risorse qualificate in un settore destinato a diventare strategico per l'economia nazionale''. Lo ha affermato il capogruppo di FI in commissione Cultura al Senato, Piero Liuzzi, durante il question time col ministro Dario Franceschini. ''In sinergia col Miur - ha assicurato il titolare del Mibact - abbiamo allo studio un percorso di studi liceali nel settore dei beni culturali incentrato sulla storia dell'arte e la conoscenza delle lingue e dell'uso delle ict''. E' quindi probabile che dall'anno scolastico 2015 possano essere varati i nuovi licei, ma e' comunque certo, ha ribadito Franceschini, che ''nell'immediato verra' ridato il giusto peso allo studio della storia dell'arte nelle scuole allo scopo di risarcire la materia del giusto ruolo nella formazione della cultura superiore''. com-sgr/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Pd
Pd, commissione unanime: primarie 30 aprile. Renziani: via alibi
Pd
Pd, Cuperlo: calendario congresso è errore, voto negativo
Pd
Pd, Rosato: carte bollate? Emiliano si occupi di contenuti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech