lunedì 23 gennaio | 10:22
pubblicato il 14/ott/2013 11:54

Scuola: Grasso, l'Italia spende poco e anche male

Scuola: Grasso, l'Italia spende poco e anche male

(ASCA) - Roma, 14 ott - ''Un ulteriore dato che ci deve far riflettere e' quello relativo alla spesa pubblica in istruzione e formazione. L'Italia spende poco, e forse anche male. Ma la spesa pubblica in istruzione e cultura non e' un costo, bensi' il piu' redditizio degli investimenti''. Lo afferma il presidente del Senato, Pietro Grasso, nel suo intervento al convegno ''La memoria e l'immagine. La scuola''. ''Proprio in una situazione difficile per la finanza pubblica come quella attuale - prosegue grasso - bisogna avere il coraggio di guardare al futuro, perche' la spesa pubblica per l'istruzione e' un investimento nel capitale umano del Paese. Per questo i miei complimenti vanno al presidente Letta e al ministro Carrozza che qualche settimana fa hanno annunciato l'approvazione di un Decreto Legge che vale - attenzione: ''vale'', non ''costa'' - 400 milioni di euro.

Il presidente del Senato si rivolge agli studenti: ''Lo studio, l'apprendimento, talvolta vi sembreranno faticosi, talvolta noiosi, ma l'istruzione e la cultura sono l'unico bene davvero vostro, qualcosa di cui nessuno mai potra' privarvi e che sara' per sempre la vostra principale risorsa''.

Per Grasso e' necessario ''riflettere sulla centralita' che il sistema scolastico ha nella vita del Paese, da sempre'': ''Purtroppo - afferma - pero' la scuola fa notizia solo quando succede qualcosa di tragico: mentre molta attenzione viene dedicata ai pochissimi ''casi di cronaca'', ogni giorno nelle aule scolastiche del nostro paese si costruisce il futuro, si educano ragazze e ragazzi, si formano coscienze e senso critico, si creano legami e rapporti, si preparano alla vita quelli che saranno i cittadini di domani''.

Il presidente del Senato rivolge quindi l'attenzione al corpo docente: ''Quando si parla di scuola non si puo' non pensare, oltre agli studenti, anche e soprattutto agli insegnanti che, attraverso il loro lavoro, hanno la grande responsabilita' - e l'immenso privilegio - di contribuire in modo determinante allo sviluppo culturale, sociale ed economico del Paese''.

com-sgr/cam/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Governo
Gentiloni: D'Alema non aiuta la discussione, troppo polemico
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4