sabato 10 dicembre | 12:11
pubblicato il 14/ott/2013 11:54

Scuola: Grasso, l'Italia spende poco e anche male

Scuola: Grasso, l'Italia spende poco e anche male

(ASCA) - Roma, 14 ott - ''Un ulteriore dato che ci deve far riflettere e' quello relativo alla spesa pubblica in istruzione e formazione. L'Italia spende poco, e forse anche male. Ma la spesa pubblica in istruzione e cultura non e' un costo, bensi' il piu' redditizio degli investimenti''. Lo afferma il presidente del Senato, Pietro Grasso, nel suo intervento al convegno ''La memoria e l'immagine. La scuola''. ''Proprio in una situazione difficile per la finanza pubblica come quella attuale - prosegue grasso - bisogna avere il coraggio di guardare al futuro, perche' la spesa pubblica per l'istruzione e' un investimento nel capitale umano del Paese. Per questo i miei complimenti vanno al presidente Letta e al ministro Carrozza che qualche settimana fa hanno annunciato l'approvazione di un Decreto Legge che vale - attenzione: ''vale'', non ''costa'' - 400 milioni di euro.

Il presidente del Senato si rivolge agli studenti: ''Lo studio, l'apprendimento, talvolta vi sembreranno faticosi, talvolta noiosi, ma l'istruzione e la cultura sono l'unico bene davvero vostro, qualcosa di cui nessuno mai potra' privarvi e che sara' per sempre la vostra principale risorsa''.

Per Grasso e' necessario ''riflettere sulla centralita' che il sistema scolastico ha nella vita del Paese, da sempre'': ''Purtroppo - afferma - pero' la scuola fa notizia solo quando succede qualcosa di tragico: mentre molta attenzione viene dedicata ai pochissimi ''casi di cronaca'', ogni giorno nelle aule scolastiche del nostro paese si costruisce il futuro, si educano ragazze e ragazzi, si formano coscienze e senso critico, si creano legami e rapporti, si preparano alla vita quelli che saranno i cittadini di domani''.

Il presidente del Senato rivolge quindi l'attenzione al corpo docente: ''Quando si parla di scuola non si puo' non pensare, oltre agli studenti, anche e soprattutto agli insegnanti che, attraverso il loro lavoro, hanno la grande responsabilita' - e l'immenso privilegio - di contribuire in modo determinante allo sviluppo culturale, sociale ed economico del Paese''.

com-sgr/cam/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi verso ok a governo Gentiloni, ma su data voto è rebus
Governo
Orlando: governo per andare al voto, ma Pd non lo fa da solo
Governo
Tosi al Colle: incarico a una figura dal profilo internazionale
Governo
Seconda giornata consultazioni da Mattarella, Gentiloni in pole
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina