venerdì 24 febbraio | 06:56
pubblicato il 18/mar/2014 17:55

Scuola: Giannini su scatti insegnanti, corretto un errore (Rpt)

RIPETIZIONE CON TITOLO CORRETTO.

(ASCA) - Roma, 18 mar 2014 - Il ministro dell'Istruzione, dell'Universita' e della Ricerca, Stefania Giannini, esprime ''soddisfazione'' per il si' della Camera dei Deputati al decreto legge di proroga degli automatismi stipendiali del personale della scuola, il cosiddetto decreto scatti, che ora e' definitivamente legge. ''Con l'approvazione del decreto si e' corretto il tiro rispetto ad un errore commesso in passato - spiega il Ministro - che rischiava di pesare sulle tasche degli insegnanti. Ora dobbiamo lavorare sul futuro. L'ho detto in molte occasioni e non manchero' di ripeterlo durante tutto il mio mandato: bisogna davvero cambiare passo.

Dobbiamo uscire dalle emergenze continue, progettare una scuola che ridia dignita' agli insegnanti, ma che metta al centro soprattutto il diritto dei nostri giovani ad una formazione adeguata per affrontare il futuro''.

res/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto: nuova forza di sinistra con ex Pd, con noi 17 ex Si
Pd
Renzi: in California cerco idee anti-populisti
Aborto
Aborto, senatori Pd: ora legge per concorsi medici non obiettori
Ue
Mattarella:Ue ha valore irreversibile, da crisi uscirà più forte
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech