sabato 21 gennaio | 16:11
pubblicato il 20/mar/2014 10:02

Scuola: Giannini, ritratto Ocse realistico. Persa anche cultura studio

Scuola: Giannini, ritratto Ocse realistico. Persa anche cultura studio

(ASCA) - Roma, 20 mar 2014 - Il ritratto critico tracciato dall'Ocse sullo stato della scuola italiana ''e' realistico'' ed e', in parte, dovuto alla politica che ha trascurato il tema per 20 anni, in parte alla societa' italiana ''che ha perso un po' la cultura dello studio e del sacrificio''.

Lo ha detto il ministro dell'Istruzione, l'Universita' e la ricerca, Stefania Giannini, intervenendo alla trasmissione 'Prima di tutto su Radio uno.

''Il ritratto tracciato dall'Ocse e' molto realistico ed e' certamente imputabile anche alla politica in quanto strumento fondamentale per gestire cosa pubblica: se le cose funzionano male o sono trascurate la responsabilita' e' sua'', ha premesso la titolare del Miur. ''Non si tratta pero' - ha proseguito - solo dell'avvicendamento di ministri: il male originario e' nel fatto che in 20 anni non ricordo un governo che abbia messo il tema scuola al centro della propria agenda politica. Da la' l'asenza di scelte coraggiose di investire nella scuola e meno altrove. Cosa che, invece, questo governo sta facendo e dobbiamo andare, ovviamente, oltre l'edilizia scolastica, l'ho detto subito''.

In merito all'altra rilevazione dell'Ocse sugli scarsi risultati degli studenti italiani nelle materie scientifiche che richiedono un elevato grado di applicazione ''non mi sento di definire pigra la popolazione studentesca italiana'', ha affermato Giannini, osservando, pero', che ''la cultura dello studio e del sacrificio si sia un po' persa nella nostra societa', anche nelle famiglie''. In tale quadro, il ministro ha rilevato come in Italia ''il rapporto che c'e' tra l'acquisto di un'utilitaria e il mantenimento di un ragazzo all'universita' e' piu' o meno lo stesso. Non so - ha aggiunto - quante famiglie preferiscano all'utilitaria la garanzia di un futuro ai propri figli: dovremmo recuperare tutti la cultura e il valore dello studio'', ha concluso.

red-stt/sam/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
M5s
Ue, Grillo: Alde? Si vergogni chi si è rimangiato la parola data
Fi
Fi: sostegno Berlusconi a Prodi? Accuse Salvini paradossali
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4