sabato 25 febbraio | 07:51
pubblicato il 10/lug/2014 16:02

Scuola: Di Giorgi (Pd), nostro ddl e' rivoluzione culturale

(ASCA) - Roma, 10 lug 2014 - ''Il ddl sull'educazione prescolare da zero a sei anni e' un'autentica rivoluzione, una legge attesa da anni che ci consentira' di diventare un Paese piu' europeo. La verita' e' che per quanto riguarda l'offerta scolastica non c'e' uniformita' in Italia e per questo si sentiva la mancanza di una vera e propria legge che creasse una cornice nazionale. In Toscana e in Emilia Romagna, Regioni, enti locali, terzo settore hanno investito molte risorse nell'educazione scolastica, negli asili nido, nella scuola materna. In altre regioni non e' stato fatto quasi nulla e questa disparita' crea sempre piu' disuguaglianze''. Lo dichiara la senatrice del Pd Rosa Maria Di Giorgi, firmataria del disegno di legge che e' stato presentato questa mattina al Senato. ''Serve una vera e propria rivoluzione culturale, bisogna che le amministrazioni locali considerino l'educazione fondamentale a partire dagli asili nido. Con questo ddl, che contiamo di approvare dopo la pausa estiva - Prosegue Di Giorgi - lo Stato si fara' carico di creare un sistema virtuoso che promuovera' l'importanza dell'educazione da zero a sei anni in tutte le regioni d'Italia e favorira' lo sviluppo dell'occupazione femminile. E' necessario, poi, che nell'offerta di asili nido il settore pubblico e quello privato lavorino insieme per garantire sempre quella qualita' ed eccellenza che ci viene richiesta per essere al passo con l'Europa. Dare in gestione un asilo nido a un'azienda privata non e' uno scandalo, e' condizione necessaria per fornire un servizio diffuso a tutti all'altezza dei nostri tempi. E' il monitoraggio svolto dall'ammnistrazione pubblica la chiave di volta per avere servizi eccellenti che le nostre bambine e bambini meritano. Questo disegno di legge - conclude Di Giorgi - fa parte di una strategia avviata dal Governo Renzi che prevede incentivi ed aiuti economici direttamente alle madri come gia' avviene in altri Paesi europei, piu' sensibili al sostegno alla natalita'''. com-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Ncd
Alfano: i moderati tornino uniti contro il populismo
Governo
Guerini: assurdo legare data primarie Pd a elezioni politiche
Campidoglio
Grillo: forza Virginia, giornalisti rispettino privacy Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech