venerdì 02 dicembre | 19:34
pubblicato il 16/set/2014 20:42

Scuola, Centemero (Fi): bene sport di classe, ora centri sportivi

(ASCA) - Roma, 16 set 2014 - "Il progetto 'sport di classe' e' un'ottima iniziativa, e il nostro auspicio e' che venga sviluppata nell'ottica di un vero cambio di passo anche nel modo di gestire e fruire gli spazi sportivi all'interno degli istituti scolastici". Lo dichiara in una nota la responsabile nazionale Scuola e Universita' di Forza Italia, Elena Centemero.

"Proprio per questo avevo presentato una proposta di legge per l'istituzione di centri sportivi scolastici che - osserva - mettano in connessione le scuole presenti sullo stesso territorio, in modo da consentire a ogni studente di usufruire di impianti e attrezzature sportive di istituti diversi da quello frequentato. Altro cardine della proposta era la previsione di un'Unione nazionale dei centri sportivi scolastici, per organizzare un coordinamento dell'attivita' sportiva nelle scuole. Educare i ragazzi alla cultura sportiva non e' meno importante di cio' - conclude - che imparano sui libri".

Pol/Bac

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Renzi: brogli voto estero? Film che ritorna da chi teme sconfitta
Centrodestra
Berlusconi in tv propone leadership a Del Debbio: "ci rifletta"
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Renzi: col Sì Italia più forte in Ue su crescita e immigrazione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari