martedì 06 dicembre | 11:15
pubblicato il 02/lug/2013 17:45

Scuola: Carrozza, presto norme piu' restrittive contro diplomifici

Scuola: Carrozza, presto norme piu' restrittive contro diplomifici

(ASCA) - Roma, 2 lug - ''La vicenda dell'istituto paritario 'Luca Pacioli' di Nola e' molto grave. Si tratta di un episodio inaccettabile che getta discredito sull'impegno serio e quotidiano delle nostre istituzioni scolastiche.

Auspico che si faccia presto piena luce sul caso, sul quale il Ministero e l'Ufficio scolastico regionale stanno facendo approfondite verifiche''. Lo dichiara in una nota il ministro dell'istruzione, dell'universita' e della ricerca Maria Chiara Carrozza.

''Intendo inoltre rivedere la normativa che disciplina questi istituti, prevedendo un regime diverso, piu' restrittivo, che tuteli meglio l'interesse dei nostri studenti e della nostra scuola'', ha aggiunto il Ministro.

red/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Italicum a rischio, è già dibattito sulla nuova legge elettorale
Riforme
Dopo il voto Renzi dimissionario al Colle. Mattarella arbitro
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Stamattina colloquio informale Mattarella-Renzi al Quirinale
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Ecco la gastro-diplomazia: mangiare bene aiuta a conquistare mondo
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari