lunedì 27 febbraio | 21:32
pubblicato il 08/gen/2014 14:53

Scuola: Carrozza, pasticcio scatti nasce da impicci burocratici

Scuola: Carrozza, pasticcio scatti nasce da impicci burocratici

(ASCA) - Roma, 8 gen 2014 - ''E' un tema politico che riguarda gli insegnanti, il loro futuro ma anche tutti gli impicci burocratici amministrativi, per cui si arriva a un paradosso, a un pasticcio. Questo avviene a volte senza che i ministri e il governo ne sappiano niente''. E' quanto ha dichiarato a Sky Tg24 il ministro dell'Istruzione, Maria Chiara Carrozza, a proposito della marcia indietro del governo sui 150 euro richiesti agli insegnanti in seguito all'annullamento degli scatti d'anzianita'. ''Oggi - ha proseguito il ministro - ci siamo riuniti per prendere una prima decisione relativa al prossimo stipendio, per evitare che ci sia questo prelievo a gennaio e adesso stiamo facendo una serie di riunioni tecniche per affrontare il problema di copertura anno per anno, anche dal punto di vista legislativo'', ha concluso Carrozza.

com-stt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrodestra
Zaia a Berlusconi: io candidato premier? E' una manfrina
Calcio
Renzi: Ranieri tradito dai suoi giocatori, ma tornerà...
Centrodestra
Salvini gela Berlusconi: no a Zaia leader e a doppia moneta
Pd
Pd, D'Alema: attacchi Renzi? Non vorrei alimentare ossessioni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech