domenica 04 dicembre | 11:16
pubblicato il 16/apr/2011 18:46

Scuola/ Berlusconi: Ok a private, Stato deve sostenere famiglie

"Io non ho attaccato quella pubblica"

Scuola/ Berlusconi: Ok a private, Stato deve sostenere famiglie

Roma, 16 apr. (askanews) - "La sinistra dice che io ho attaccato la scuola pubblica, non è vero: ho semplicemente detto che, se una famiglia poco abbiente manda il figlio in una scuola pubblica e per sfortuna si trova un'insegnante di sinistra che vuole inculcargli dei valori diversi rispetto a quelli della famiglia, lo Stato attraverso le Regioni deve intervenire e dare a quella famiglia il sostegno adeguato per mandarlo in una scuola privata e cattolica". Lo ha detto il premier Silvio Berlusconi, parlando nel corso della convention di Michela Vittoria Brambilla. Dal Pd oggi mi hanno "accusato di geriatria avanzata: avrei molte battute ma ho la decenza di non dirle", ha concluso.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari