sabato 10 dicembre | 13:39
pubblicato il 27/feb/2014 17:02

Scuola: Anci scrive a Renzi, a rischio lavoro e igiene. Tavolo su ex lsu

Scuola: Anci scrive a Renzi, a rischio lavoro e igiene. Tavolo su ex lsu

(ASCA) - Roma, 27 feb 2014 - ''Nell'esprimerle le piu' sincere congratulazioni per il suo prestigioso incarico, a nome mio personale e dell'Associazione da me rappresentata, mi preme sottoporre alla sua attenzione la preoccupante situazione dei lavoratori ex Lsu e delle cooperative impiegati nei servizi di pulizia e ausiliari degli istituti scolastici statali e alla riduzione dei relativi servizi, a seguito dell'avvio delle convenzioni Consip Spa'''.

Lo scrive - riferisce una nota - il presidente dell'Anci, Piero Fassino, in una lettera indirizzata al presidente del Consiglio, Matteo Renzi e, per conoscenza, al sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Graziano Delrio, e ai ministri dell'Istruzione e del Lavoro, Stefania Giannini e Giuliano Poletti.

Fassino ribadisce dunque, nella missiva, l'allarme gia' lanciato dall'Anci e l'appello alla '''attivazione immediata del tavolo di confronto politico sul problema della pulizia delle scuole previsto dalla Legge di stabilita', che individui adeguate soluzioni normative ai problemi occupazionali connessi all'utilizzazione delle convenzioni Consip Spa, nonche' garanzie certe in ordine alle condizioni di igiene e sicurezza nelle scuole''', evidenziando inoltre la ''''preoccupazione dei sindaci per la riduzione delle risorse destinate alla pulizia delle scuole'''.

'''A partire dal 1* marzo, o dal 1* aprile se sara' approvato l'emendamento all'attenzione del Senato che posticipa di un mese le convenzioni - fa notare Fassino - saranno operativi la maggior parte degli appalti Consip Spa, che hanno previsto come base di gara l'importo corrispondente alle risorse non impiegate in ragione dell'accantonamento di personale A.t.a., sostituito con il lavoro prestato dalle cooperative o, soprattutto nel Sud, dai lavoratori L.s.u.

Tale computo - spiega ancora Fassino - oltre a determinare una riduzione drastica delle risorse, non e' in grado di garantire standard minimi di igiene e sicurezza nelle scuole, e causa consistenti esuberi di personale'''.

Da qui la richiesta di '''un intervento urgente del governo attraverso l'attivazione del tavolo di confronto politico che, oltre a prorogare i contratti in essere fino al termine delle attivita' didattiche, individui contestualmente adeguate soluzioni normative e/o amministrative ai problemi occupazionali connessi alla successiva utilizzazione delle convenzioni Consip Spa e dia garanzie certe in ordine alle condizioni di igiene e sicurezza delle scuole''', conclude il presidente Anci.

com-stt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi verso ok a governo Gentiloni, ma su data voto è rebus
Governo
Orlando: governo per andare al voto, ma Pd non lo fa da solo
Governo
Seconda giornata consultazioni da Mattarella, Gentiloni in pole
Governo
Da Mattarella possibile incarico domenica, in pole c'è Gentiloni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina